IL CORONAVIRUS HA DATO LA MORTE AGLI ANZIANI , UN SALUTO AFFETTUOSO PER CHI SI È SPENTO...


Non deve essere un nuovo razzismo nel dire : " È  morto ? Ma tanto era anziano... "  perché  si va fuori dalle righe e non ci aiuta per niente, come se gli anziani non contassero niente e della loro vita vissuta fosse stata  tutta sprecata, per chi li odia a tal punto da non farci caso. Un messaggio di allarme arriva pure da Mattarella , dove sono decimati gli anziani e quel punto di riferimento che ora manca e la colpa è senz'altro del Coronavirus  che è andato giù pesante, pesante su quei corpi indifesi e  fragili  e dove tanto ancora ne avevano da dire per imparare qualcosa da loro. Può essere un lutto enorme la loro scomparsa, e ricordarli è il minimo che si possa fare , e neppure "largo ai giovani, il mondo ora è dei giovani " che ci può alleviare il dolore e mettendoci una pietra sopra si spera che tutto sia risolto, e buonanotte al secchio!  " Molti di loro sono vissuti nel dopoguerra , la distruzione che una guerra può fare ,la desolazione di allora, la fame e la miseria incombevano, anche all' epoca le pandemie esistevano,  ne sono usciti vittoriosi con una sopravvivenza fuori dal normale ,anche per questo sono stati eroi e allo stesso tempo l' ispirazione per la generazione che veniva sù ,e non è da poco, credetemi che sono stati un'icona importante dell' Italia che voleva crescere e prosperare con mille ostacoli tra i loro piedi per quella camminata giunta fino ad oggi. Oggi si sono spenti quei loro riflettori ,e il loro cuore ha cessato di battere... ma ricordarli  e essere nei nostri cuori ci fa sentire meglio se in definitiva studiamo la loro storia e il sacrificio che hanno dovuto passare, che un giovane d'oggi non può capire perché  i nonni, gli anziani ,si sà poco di loro  per un male dei genitori e di una scuola che non c'è in questi casi.                                                                                              

 È nostro interesse proteggere tutti gli altri ancora in vita, perché la loro morte non impoverisca tutti noialtri, e si rimanga con niente in mano, e quel desiderio che rimangano tra noi deve fare la differenza, un progetto di vita ancora a lungo. 

Commenti

Post più popolari