Per evitare la prossima pandemia bisognerà non aspettarla ,ma prepararci fin da subito nel combatterla

Abbiamo visto sotto i nostri occhi l' orrore e la morte dei nostri cari per colpa del Coronavirus, una quarantena forzata per i contagiati, e delle restrizioni mai viste  prima , insomma una vita di un cambiamento che mai si poteva prevedere. Da tutto questo qualcosa ci possa interrogarci sul daffarsi e di quell' indomani, o gli anni che seguiranno , che per disgrazia ne sorgesse un' altra epidemia della stessa portata del covid-19 e forse ancora più potente come ne usciremo ? La paura, la tensione, l' ansia, il panico , l' abbiamo già provato e sembra di non abituarci mai all' idea  di essere completamente bersagliati da un virus che non perdona, che fa strage, invisibile e senza vaccini, pillole da somministrare per essere immuni e cantare gloria, anche perché se il mondo vuole smaltire l' arsenale nucleare, non combattere più con i carri armati, i fucili, e mettere i soldati in campo per paura che si decimino , e ci sia uno sterminio di massa anche fra i civili , non ha fatto bene i conti con le potenzialità di un virus uscito dai laboratorii in provette, e della gente senza scrupoli che potrebbero uscirne con ricatti in quei governi e Stati che ritengono  i nemici da combattere  e da dover  in tutti i modi distruggere. Insomma oggi più di ieri c'è l' incubo di una guerra di qui i virus letali dove sono protagonisti, silenziosi ma efficaci, e chi può avere l' interesse nel metterli all' aria aperta , di contagiare il mondo (come è successo col Coronavirus), menti folli, ma non tanto folli se si piega con questo una Nazione, uno Stato, o più Nazioni, e più Stati, per dare l'esempio della potenza che hanno in mano e la usano senza premure per la popolazione , e magari rovesciare un governo, e magari chi fa questo intanto si è iniettato il vaccino per rimanere vivo, anche perché tutto è calcolato a puntino e rigorosamente professionale , e ne sa qualcosa della sperimentazione,e della diffusione,  come di rimanere illeso davanti al pericolo. Non bisogna pensare al complotto, sui raggiri, alle simulazioni che da prove diventano realtà , subito dopo,  ma di decidere con quale arma si potrà combattere un' altra guerra invisibile , ma sempre più dura ed efficace , più della seconda guerra mondiale, e chi meglio delle guerre batteriologiche e diffusione dei virus e di morire lentamente potranno essere favorite ,messe in atto,e fare breccia su di una popolazione inerme e senza difesa e magari allo scuro di tutto. La sfida sarà senz'altro di prevenire tutto questo con misure drastiche, sorveglianza al massimo e specialmente sui laboratori che producono questi virus, (e come l' hanno prodotti avranno di certo prodotti i vaccini, cure specifiche, anche perché sono persone esperte , professionisti, e non si improvvisa come tutti sperano che sia), anche per questo il caso è più complesso, e non si arriverà mai a scoprire chi siano e che intenzioni abbiano, o forse qualcuno ,o in tanti  lo sanno ma preferisco tacere, come per la sicurezza nazionale, che in alcuni Stati usano come scappatoia.

Commenti

POST PIU' VISUALIZZATI