Passa ai contenuti principali

Post

____ SFONDO DI SETTEMBRE | NON RUBATECI IL FUTURO

.

IN PRIMO PIANO

QUELLO CHE NON SAPPIAMO, E SE LO SAPPIAMO RISULTA MANIPOLATO E DISTORTO

È come dire :" Dalla padella alla brace " Quel potere del sapere che più delle volte (o quasi sempre) che ci distoglie dalla realtà, sappiamo ma all' occorrenza risulta manipolato e distorto a tal punto che ci convinciamo nell' essere reale andando su quella strada convinti di fare una cosa giusta. Ma lo è davvero?  .Assolutamente no!  C'è pure da dire che nella maggior parte non sappiamo niente, ci viene imposto il divieto di entrata, di conoscere la realtà, e di quelle cose che non si sanno che inizia il potere forte e dove l' informazione ne è una riprova, come dire :"meglio tacere non far trapelare in giro per l' interesse di chi fa i giochetti sporchi e poco chiari " di un dietro le quinte misterioso e top secret per il pubblico. La guerra non si vince con le armi, coi soldati, e quant' altro indispensabile per la vittoria ,ma con l' informazione sia sui giornali, in televisione, sul web e dove internet risulta un'arma micidial…
Post recenti

ORA CHE NON C' È PIU' SALVINI I MIGRANTI SE LA GODONO, E VENIRE IN ITALIA NON È PIU' UN PROBLEMA

Dai porti chiusi a metà aperti per poi definitivamente ritornare alla normalità e dove il divieto di sbarco non esiste più, liberi di scorrazzare in mare alla ricerca di un Italia che ormai prende tutti anche la peggio specie. I migranti ora sono senza ostacoli e da quando Salvini non c'è più gli sbarchi sono triplicati in 10 giorni, una vera vergogna che il popolo prima o poi chiederà i danni a questo governo Conte 2 . Dove li collochiamo questa marea di gente che prendono le risorse vitali su di Noi, privilegiati a tal punto che loro sono tutto e noialtri niente, un peso che non può esistere e dove il linguaggio del politichese fa acqua da tutte le parti, ma sembra prevalere la capatosta di andare avanti anche se questo governo non riesce nel distinguere fra il bene e il male, ma il male avrà la meglio andando contro la volontà del popolo. E non c'entra essere razzisti, pensare per se, ma il popolo vede questo disagio e ne ha paura, paura di uscire la sera per una passeggia…

VAI AVANTI TU CHE MI VIENE DA PIANGERE | QUANDO TUTTO DIVENTA TRAGICO

Se la si prende scherzosamente (umorismo facile)  si potrebbe dire : "vai avanti tu che mi viene da ridere " ma se invece la si prende drammatica e seria tale faccenda allora diventa questo :" vai avanti tu che mi vien da piangere ", e in tutti i casi fra il ridere e il piangere sono due cose ben differenti, lontane, ma che danno il punto della situazione del quale siamo messi ,sia della politica, sia dell' Europa, e del governo Conte 2 che abbiamo la sfortuna di avere. Fra il ridere e il piangere nel rappresentarla in meglio è una nobile arte e dove in pochi ci sono riusciti, ma sembra che da questo teatrino di questo governo abbiano fatto i miracoli e "prima si ride per poi ripensandoci meglio si piange ripetutamente ". È  bello vedere dei burattini colorati e dal viso felice ,meno bello se il burattinaio le muove con forza, gli fa fare delle parti drammatiche dove la sopravvivenza è il filo conduttore, e morire dopo la sofferenza è la prassi di un…

È INIZIATA LA CACCIA GROSSA SU SALVINI

Gli si rinfaccia pure i voli di Stato, e dove la magistratura indaga ,nonché querele a non finire, ora che è senza poltrona è  più debole di prima, e indubbiamente l' aspettavano al varco come tutto programmato a puntino da diverso tempo. Cercheranno in tutti i modi di farli abbassare la cresta e di una legge che punisca chi nell' abusare troppo si è  fatto amico del popolo , sia dei porti chiusi, e sia di un' Europa che lo vuole fuori dai giochi, ma anche di un Vaticano che non gli è andata mai giù quel Salvini arrogante e sempre in mano la madonna per i suoi scopi, da sembrare il Dio in terra. Insomma la resa dei conti è arrivata, e gli sviluppi che ne seguiranno non saranno promettenti ,dove quel Salvini deve stare più rintanato e non uscire allo scoperto senza le precauzioni necessarie. L' attenzione è il nuovo modello di vita, che fa pesare l' ago (e non vedo alternative)
della bilancia nei prossimi mesi, ma non è detto che Salvini non si sia preparato, sia s…

NON CI RIMANE CHE LA PIAZZA PER PROTESTARE , UNA LEZIONE PER CONTE 2

La Meloni e Salvini in piazza per protestare contro il governo Conte 2 .                                          La piazza è un punto di ritrovo per protestare tutto quello che non ci torna, e in questo momento sembra che non ci torni niente ,anche dal fatto di avere  un governo tra M5s e PD solo per fare confusione, dando l' impressione di schivare l' italiani e di accaparrarsi la poltrona più ambita. Una protesta pacifica e senza bandiere di partito, per dire di essere stanchi della casta, dei giochetti sporchi, e di non chiedere mai consiglio su noi che veramente contiamo, che è un errore madornale tenerci allo scuro di tutto, e un dietro le quinte da non trapelare nulla. La folla numerosa che si è vista con Salvini e la Meloni è passata quasi in sordina per i giornali che fanno il tifo per questo governo, ridimensionando di molto la quantità di persone in piazza, e forse per paura che dalla manifestazione e che c'è ne saranno altre in seguito ,diano una bella strigli…

OGGI È IL GRANDE GIORNO PER CONTE, E LE PAROLE NON GLI MANCHERANNO DI CERTO !

La fiducia è una cosa seria,  e stamani alla Camera Conte chiederà la fiducia al suo governo,  è come dire per chi lo ascolta, questo :"Zitti tutti che parlo io e non sono più un burattino ma sono diventato il burattinaio e i fili le muovo io.. " Pressapoco è questa la storiella che racconterà, non tralasciando l' Europa che è stata la sua salvezza, e di quello che intende fare per il bene del Paese,  e colpendo di nuovo Salvini senza accorgersene e generalizzando sul fatto di non essere più accanto. È  bravo sul pulpito e sull' altare nel predicare bene, se non fosse che dalle parole si passi ai fatti e al più presto e dove la cosa non è semplice, ma d'altronde l' Europa l' ha convinta in questa maniera, facendosi più grande del dovuto e delle sue possibilità. Ma anche da noi ci sono dei tifosi importanti, e che ci fanno pensare di come siamo informati, e il Fatto Quotidiano appoggia sia Conte e l' Europa da non sapere il perché del loro comportamen…

CONTE 2 | AGLI ITALIANI NON PIACE QUESTO GOVERNO, PER L' EUROPA INVECE NE È FELICE

Questo governo Conte 2 che gli italiani non piace, quasi il 60% sono contrari dimostrando così che il governo nuovo non è riuscito a far contenta la popolazione, un fattore che peserà molto nel suo cammino. D'altronde  il governo Conte 2 nato dal volere di Francia, Germania, e infine da Donald Trump e di quella amicizia di rapporti sotto gli occhi di tutti. Conte piace specialmente all' estero , un po' meno sull' Italia che conta, ma lo scacchiere Europa è più importante da non tralasciare nulla al caso per la sopravvivenza, o almeno così sperano. Il popolo italiano sembra perdersi in questo giochino, soccombere, non essere più un popolo sovrano, condizionato da cose dell' altro mondo che fino in passato erano immaginabili ,e tra i potenti del potere che tutto cambia e si abbuia come una tempesta in arrivo. Che cosa importa se più della metà degli italiani disgusta tutto questo, e di un governo che assomiglia sempre più ad un Monti bis e dove i ricordi sono ancora…

TERESA BELLANOVA | QUESTA SIGNORA HA SOLO LA TERZA MEDIA, E CHE COSA NON VI TORNA !

La ministra Teresa Bellanova, "ministra delle politiche agricole del governo Conte bis" è stata bersagliata ,criticata e dove sui social la hanno massacrata per non avere un titolo di studio rispettoso e decoroso. Ha solo la terza media, e indubbiamente sembra fuori luogo  rispetto dai suoi colleghi ministri cervelloni e di un curicolum mozzafiato, ma non invidiabile se si pensa che dietro a quei diplomi si gelano menti distorte e confuse da compromettere l' intero governo. Che sia tanto necessario  il titolo di studio, aver studiato quasi mezza vita e poi ritrovarsi un foglio e dire di avercela fatta e di essere colto e intelligente, è una vera buffonata! Anche perché chi non ha niente in mano è da buttare, un essere inferiore, uno scarto della società dove oggi senza un diploma serio non si va da nessuna parte ,uno sbaglio che ci hanno inficcato in testa, facendoci il lavaggio del cervello siamo convinti decisamente che studiare è meglio di lavorare, per chi se lo può…

MINISTRO DELL' ISTRUZIONE | TASSARE LE MERENDINE ,UN INIZIO DELUDENTE

Se il ministro dell'Istruzione anche prima di diventare ministro, aveva già l' idea di tassare le merendine e le bibite gassate, d' ora in avanti cosa si inventerà per trovare  un po' di miliardi per pagare le maestre e la miglioria della scuola?  Un Fioramonti  che senz'altro per trovare questa bella trovata non avrà dormito per diverse notti, "tassare le merendine ai bambini, e le bibite gassate! " come gli sarà venuta questa idea! Semmai mangiando un cornetto e un' acqua con le bollicine al bar, non vedo altri motivi , perché l' ispirazione si sveglia quando vuole. Essendo un grillino il Fatto Quotidiano ne gode di questa trovata, scrivendolo sul giornale online in primo piano  che pure la Francia adotta questo sistema , già ormai dobbiamo per forsa adeguarsi alla Francia e alla Germania per essere più appariscenti all' Estero e inchinarsi al loro volere. Non è questo il sistema di dare lustro e cambiare la scuola in meglio, dopo che Renzi…

GOVERNO CONTE BIS | CHE I GIOCHI ABBIANO INIZIO !

La lista dei ministri del governo Conte bis, dove stamani ci sarà il giuramento e quello che notiamo subito è un Luigi Di Maio agli Esteri e non proprio adatto per questo incarico. Conte e la sua nuova ciurma di una nave  già in agonia, dove i motori fanno le bizze e dove sarà difficile raggiungere un porto sicuro per ripararla, non si rassegna ,e da tutto di tragico ma dobbiamo ridere per forza con quella ciurma scelta frettolosamente e che non sapranno dirigere la nave alla salvezza.  Il post di ieri parla proprio di come siamo messi... ed è inutile sorvolare e far finta di niente, dove la paura del voto i vari partiti fanno dei pastrocchi disumani, prima che gli italiani gli annientino,  si proprio una faccenda di voto che ora ci ritroviamo in queste condizioni, impossibilitati noi di dare una scelta e di penalizzarli come doveva essere. I ministri sono giovani! "Bene così! " - Avranno esperienza di politica?  "Penso più che altro di una recita e dove il divertiment…

E ORA COME LA METTIAMO ? PD - M5s E IL FUTURO DELL' ITALIA

Tutto quanto e specialmente dal voto di Rousseau che fa drizzare i capelli e venire la pelle d'oca, se con un giochino riuscito pure male quella valanga di SI può essere la nostra rovina. Vorrebbero farci passare da scemi, inghiottire il rospo anche se non lo vogliamo, imporci delle situazioni assurde e di una politica che non ci rappresenta. Se tutto va storto e incomprensibile per i più, di un governo nascente peggio del precedente, di spartizione di poltrone come nell' essere in una vendita al mercato dove saranno giudicate da gente senza scrupoli, ambiziosi nel concludere l' affare senza esperienza e istruzione, ma col l' intento di ricavarne dei benefici. Insomma si buttano a capofitto solo per apparire, per il resto è  tutta un'incognita, un rebus, delle farse per annebbiarci la vista , dove L' Europa, e gente che contano hanno lo zampino da imporci determinate cose che per il momento ci fanno schifo. Ma c'è pure l' informazione, che camuffata da…

IL VOTO SU ROUSSEAU | QUEL "SI" CHE NON PROMETTE NIENTE DI BUONO

Prima di tutto sulle votazioni sulla piattaforma Rousseau, la domanda era la seguente : "Sei d' accordo che il MoVimento 5 Stelle faccia partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe  Conte?  SI - NO ". Naturalmente quel SI era  in prima fila e poteva fare la differenza per i risultati, ma senza dubbio non poteva  essere questo il problema di fondo ,ma evidenziava subito una caratteristica che certamente avrà influenzato tale votazione. Ma anche pure  la scelta che era stata fatta tra Grillo, Conte, e Zingaretti ,ormai agli sgoccioli per far nascere in tutti i modi questo governo un po' più problematico del precedente .Una votazione che non dice niente ma in realtà quel "SI" bisogna interpretarlo come un vero inciucio, un salvataggio di poltrone che tutti possono vedere, e dove si è preferito far esprimere gli iscritti del M5s  che l' intero Paese alle urne, consapevoli che dietro al Rousseau non ci sia qualche pecca che no…

MA VERAMENTE IL GOVERNO È APPESO AL VOTO DI ROUSSEAU ?

Quella piattaforma che tramite online fa decidere gli iscritti del M5s , e bisognerà vedere che tipo di domanda verrà fatta per il voto... "martedì  3 settembre iniziano le votazioni " , ma le domande vengono spontanee perché proprio all' ultimo minuto ? - Si possono manipolare e imbrogliare tali votazioni ? - E che tipo di peso possono esercitare sul governo attuale ? .  Naturalmente ormai se si vuole salvarsi la faccia in casa grillina erano nell' aria ,e un dovere nel farle, con tutte le incognite che ne seguiranno come essersi mossi all' ultimo momento per dare una svolta. Se Di Maio dice che il voto su Rousseau è sacro e gli iscritti vanno ascoltati, c'è invece Beppe Grillo che invita nel fare l' accordo con il PD come l' ultima speranza, e non penso che gli iscritti vadano contro la volontà del fondatore del movimento. Insomma non si sa bene realmente cosa potrà succedere e che in fin dei conti ci annebbiano la vista. Anche Conte ha ribadito ch…

E BEPPE GRILLO VUOLE CONCLUDERE L' ACCORDO AL PIU' PRESTO CON IL PD.

È  l' unica occasione e lo dice ai suoi, che naturalmente non tutti saranno della stessa opinione, da l' impressione che non ci siano alternative, si sorvoli un po' troppo sul fatto che ieri erano nemici, che il M5s da forti siano diventati deboli anche per colpa di Salvini ,oppure era nell' aria e lo è tutt'ora un forte cambiamento e Di Maio ne può farne le spese . Un Beppe Grillo che risvegliandosi dal suo sonno, ed non essendoci più il vecchio Casaleggio, prende le redini in mano anche se troppo tardi e spartisce   ordini come se fosse il salvataggio estremo in un mare in burrasca! Naturalmente in casa grillina c'è molta confusione e per sopravvivere anche Zingaretti può fare la differenza, non sapendo quanto possa durare e se arriverà in porto, per ora sono solo prove tecniche di inciuci e niente di più. Al voto e la parola agli italiani è tabù, ma non solo si fa di tutto perché se nasce il governo sia così debole da non stare in piedi, per fare comodo all…

NUOVO GOVERNO | DOVE CI PORTERA' CONTE ?

Conte si gioca tutto pur di apparire, ma formare il nuovo governo con un Di Maio che alza la posta in gioco nei rispetti del PD, e dove tutto sembra tentennare da non trovare la strada per uscirne, é il rebus del momento. Forse quella che sembrava una semplice scampagnata, almeno per Conte, ne è risultato un incubo e dove chiedere più tempo non sarebbe la strada giusta.  Mattarella si sta irritando, e da quel nervoso che lo porta nel dire un secco "no" ,il tempo è quello che è, e vuole una risposta certa da Conte tra giorni e vedere il formarsi del governo. Tempi stretti, strettissimi, anzi da capogiro dove la corsa folle non può aver fine, ed era da immaginarsi che non poteva essere semplice se si pensa che si a che fare con un PD, e un M5s che difficilmente andranno d'accordo, e i fatti di queste ore lo dimostrano. Già si hanno le prime crepe,  si fa i capricci, ci si rimangia le parole, e si fa tutto il possibile che si remi contro e dove il danno fiorisce, questa è …

NUOVO GOVERNO | CONTE ALLA RISCOSSA

Stamani Conte è salito al Quirinale e dove Mattarella gli ha dato l' incarico di formare il nuovo governo, sapendo già che aveva un posto assicurato di rilievo e non poteva dire di "no" anche per assicurarsi la poltrona e stare sotto i riflettori il più possibile. Un Conte bis, e di un governo nuovo tutto in salita, dimenticando quello precedente come fosse acqua passata, e di un' esperienza da non rifare.
Che poi non è detto che nel formare il nuovo governo non si inciampi e ci siano divergenze notevoli , come il governo precedente e dove Conte aveva lo zampino , allora saremo al punto di partenza e fra M5s e PD non c'è da stupirsi più di tanto. Lo zampino di Conte è sempre in rilievo, come se fosse indistruttibile, e pure gli errori l' ha commessi tanti ma si sorvola per un' Europa che guarda all' uomo e no alla sostanza, e del lavoro che si può svolgere nel rispetto del Paese. È  una giornata trionfante per Conte e sapeva del suo destino da tempo …

DONALD TRUMP FA IL TIFO PER CONTE, ESCLUDENDO SALVINI

Se pensava Salvini che dall' America poteva darli una mano in questo difficilissimo rebus, si deve ricredere e spazzare via ogni possibile speranza, infatti Trump è con Conte in tutto e per tutto, e la nascita di un Conte bis è nell' aria ma pure appoggiato dal presidente dell' America, dove fa pensare come Salvini si sia ridotto e del quale è fuori dai giochi. Lui che credeva nell' America, ma l' America gli volta le spalle e del quale Salvini si deve interrogare sul perché! Indubbiamente l' hanno usato come "usa e getta " e di un sovranismo che in Europa non decolla, e remare contro l' Europa ci si può fare male se dopotutto si è soli e si voglia spartire lezioni di vita come sgusciare una nocciolina per poi mangiarla. Non saprei con esattezza che cosa ci trovino di buono in un Conte bis, del suo operato deludente coi M5s e Lega e dove rassegnando le dimissioni per non sapere come andare avanti, si è ricolizzato e fatto la figura del perdente, …

COSA È DIVENTATA LA POLITICA DI OGGI ? (Crisi di governo)

C' è da rimpiangere oggi la vecchia politica d' una volta, dove le sezioni dei partiti funzionavano,  come funzionavano i sindacati, e fra riunioni e feste di partito stavano più a contatto con la popolazione, una definizione fra sociale e cultura che funzionava dando un ruolo ben preciso su tutto, e i giovani ne erano lusingati. Insomma pure i comizi e le campagne elettorali si facevano in piazza e nel linguaggio più adeguato in modo che tutti potevano capire, ed era un giorno di festa ed era l' unico modo che le classi politiche si mettevano in gioco onestamente raccogliendo gli applausi del pubblico, di una politica sana dalle radici. Ma poi con l' andare del tempo tutto questo sembrava acqua passata dalla comparsa dei social network,  buttandosi a capofitto dentro alla ricerca di novità che potevano migliorare i rapporti fra cittadini e politica, non lo è stato sicuramente anche perché si è partiti col piede sbagliato già dall' inizio, e dove era più semplice …

CRISI DI GOVERNO | CHI HA PAURA DEL VOTO ?

Se si andasse alle urne domani ci sarebbero molti indecisi o astenuti per una crisi di governo incerta e non opportuna di questi tempi, dove lo scompiglio e l' incertezza fa da padrona. Non capendo bene che hanno in testa questi politici, la maggior parte degli Italiani (quasi il 65% vuole ritornare al voto)  anche perché la parola agli Italiani conta molto  di più rispetto alle decisioni dei politici. Se i cittadini sono disposti ad esprimere la propria opinione alle urne,  non lo è affatto per i politici che snobbano ed hanno paura delle urne come del diavolo, sapendo che saranno perdenti e nel scendere molti scalini si ritroverebbero niente da aggrapparsi, invece è più comodo fare inciuci, pastrocchi, per salvarsi la poltrona, la faccia, ed essere nel governo senza rischiare.  Ma potrà essere tanto lontana la scelta degli Italiani , le elezioni anticipate, da farne un allucinazione , stravaganza  ? "Io penso che dopotutto non sarebbe una cattiva idea, prima di ricorrere s…

RENZI, ZINGARETTI, DI MAIO, IL DUELLO È INIZIATO ...."CHI POTRA' PERDERE "

Renzi ruba la scena a Zingaretti , e fra i due non corre buon sangue specialmente da l' inizio di questa crisi di governo, e c' è aria di rivolta nel PD,  dove Renzi risvegliandosi corre per accaparrarsi una poltrona senza correre i rischi di un voto anticipato che perderebbe notevolmente. Insomma senza rischiare, vorrebbe che fosse lui l' artecipe di risolvere questa crisi e magari avere un premio dopo . Ambizioso l' amico, sapendo che può demolire quello che è rimasto nel PD, poco o niente! "L' importante è che si accontenti Lui, per gli altri non ci vuole neppure pensarci... ". Nel mezzo c'è Di Maio che non sapendo cosa fare si affida al PD, ma non molla le sue idee radicate da farne un'ossessione,  ma in casa Democratica sono fuori tema e difficile da digerire , un sacrificio impensabile. Ci saranno pure dei compromessi, dei ripensamenti, degli aggiustamenti  che nuoceranno  solamente per il M5s , ma le alternative?  "Ritornare con Salvi…

PERCHE' SALVINI PUO' PERDERE TUTTO IN UN ATTIMO ,E NON SOLTANTO LA POLTRONA...

Prima c'era Umberto Bossi, fondatore della Lega Nord, ma pure Roberto Maroni che si aiutavano a vicenda e credevano nella loro lotta sul federalismo e la Padania, anche con qualche errore che si mettevano in gioco ma era una sfida nel bel tempo che fu!  Poi le carte si sono girate all' incontrario, a loro sfavore subentrando prepotentemente in scena Matteo Salvini ,e sia Bossi  e Maroni sono stati messi nell' angolo, cambiando pure simbolo da Lega Nord  a Lega, paura di apparire troppo Nordisti, e poi il tempo cambia, ma pure le persone! .Un Salvini che in breve tempo ha raddoppiato i consensi e popolarità, e non può avere rimpianto di aver fatto fuori i fondatori del suo partito, purché per lui ci sia un posto sotto i riflettori e considerazione. Un uomo solo al comando dove non si hanno intoppi e non si deve rendere conto a nessuno, questo lo slogan che per Salvini sembrava essenziale per le sue idee, sia strampalate che siano, ma che cresceva sulla popolarità e non è c…

CRISI DI GOVERNO, PROSEGUONO LE CONSULTAZIONI DI MATTARELLA

Quirinale, davanti alla porta chiusa del Presidente Mattarella,le consultazioni proseguono,  le sorti del Paese sono in mano sua ma pure dei partiti. Tempi brevi per risolvere questa crisi di governo, probabilmente lunedì si saprà chi deve governare, e le incertezze si sviluppano notevolmente da farne un'ossessione se c' è di mezzo inciuci, e tutto per accaparrarsi una poltrona, e disfare tutto quello programmato. La politica combattiva sempre di più per non morire, dove si spinge all' inverosimile pur di essere sotto i riflettori, guardiamo il caso di Prodi, di Renzi e perfino la Bindi, che dalla politica sembravano che avessero chiuso e invece oggi si risvegliano e si mettono nuovamente in gioco. Con esattezza se andasse in porto l' alleanza con PD, e i Renziani e il M5s e altri, l' ammucchiata sarebbe perfetta per formare un' altro governicchio da quattro soldi, con la certezza di riaprire nuovamente i porti, di fare dell' immigrazione il piatto forte, …

ANCHE CONTE SI AFFIDA ALLE SORTI DI MATTARELLA, NON SAPEVA PIU' COME ANDARE AVANTI !

La giornata di ieri in Senato e dove Conte nel criticare fortemente Salvini ,rimproverandolo di tutto, non si è accorto che pure lui si è arreso dando le dimissioni e la palla ora passa su Mattarella ,quello che certamente voleva perché non poteva più andare avanti e aveva dato tutto il peggio di sé stesso. Un Presidente del Consiglio che chiude una porta per riaprirne un' altra, che molto probabilmente si sistemerà nella solita poltrona ma con alleanze strane e di inciuci , come ad esempio Renzi e quelli del PD e M5s ,una vera accoppiata, complimenti ! Mattarella nel primo giorno di consultazioni, e dove pure M5s si affida ciecamente e ne è  entrato con la testa alta, si concluderà con un Presidente della Repubblica che non farà sconti per nessuno, e i partiti se la dovranno cavare da soli, finché non si vada troppo in là col tempo, e del quale questa situazione deve essere più corta possibile. Al Senato quell' atto d' accusa contro il ministro dell' interno (Salvini…

IL RITORNO DI PERSONAGGI CHE ERANO SPARITI DALLA POLITICA

Inciucio o no inciucio ! Pure Prodi vuole dire la sua nel ritornare alla ribalta, e un Renzi che per puro caso si è risvegliato con la bramosia di sedersi in poltrona come i vecchi tempi,  tutto all' insegna di accappararsi quella fetta di potere che piace tanto. La politica ci riserva sempre delle sorprese, ed ora che è aria di crisi sul governo tutti se ne approfittano per offrire e dare qualcosa al Paese e fare dei politicanti e nel sedersi sul tavolo delle trattative che la faccenda si complica. Partiti che molto prima di questa crisi non andavano d'accordo e si odiavano ora per puro caso si amano e fanno di tutto per mettersi insieme, non sapendo quale direzione prendere ma l' importante ed essere nella mischia di un governo fantoccio e non duraturo, solo per la bramosia di potere e niente più.  Ritornare nei banchi nell' aula di un Senato oppure di un Parlamento con qualche carica in più e di prestigio fa talmente gola che ci si dimentica di inciuci, di stravaga…

TUTTI STUDIAMO LE MOSSE DI SALVINI, CHE CI TIENE SULLE SPINE

Semmai è  seduto Lui sulle spine, addentrandosi in un vicolo cieco e dove non  vede uno spiraglio di luce. Però tutti ne parlano, lo deridono, e ne fanno un caso personale di questa politica spicciola, addentrandosi fin nei minimi particolari con chiacchiericci e tanto altro nello scovare quei suoi sbagli e lacune. Si potrà riappacificare e riconciliare con Di Maio e Conte , dandoli in cambio qualcosa di interessante, è  presto nel dirlo, ma tutto è probabile finché il mito Salvini non muoia definitivamente ,dove è andato troppo oltre delle sue possibilità. Senz'altro Salvini avrà una carta da giocare, non si sa che carta sia e se gli porterà fortuna, ma tentare non nuoce dopo il flop di elezioni anticipate e di sfiduciare Conte, e dove Lui ancora non si è dimesso e che da l' impressione di barare in partenza. Se voleva fare notizia, essere sotto i riflettori più del dovuto, vedere come si comportavano i giornali, e testare la sua popolarità anche se con qualche suo colpo di …

IL REDDITO DI CITTADINANZA È IN PERICOLO ?

Forse una cosa buona e giusta come il Reddito di Cittadinanza ,voluto dal M5s ,e votato pure da Salvini traballa, è incerto il suo percorso e da tutta l' impressione che prima o poi sparisca. Dall' INPS vanno sapere di eseguire  i controlli più accurati, dando mandato alla Guardia di Finanza di indagare più del previsto ,e magari di scovare chi non ne hanno diritto e fanno i furbi.  Indubbiamente l' INPS hanno fatto degli sbagli in partenza ed ora vorrebbero rimediare, ma non solo dalle parole di Salvini ci fa capire che quel reddito di cittadinanza è ora di dire "basta! " come nell' indicare che si è fatto un errore nel volerlo e acconsentire di dare parecchi soldi alle famiglie bisognose, dove il governo in crisi sia economicamente e sia psicologicamente da non sapere più che pesci pigliare, si rimangia tutto. Da questa crisi di governo tutto è possibile che succeda, e se venisse fuori un governo al di fuori di Lega e il M5s , non esiterebbero nel demolire…

CHE COSA IMPARIAMO DA QUESTA CRISI DI GOVERNO ?

Una crisi di governo pazzesca, dove anche se il governo è finito non sono finite le liti, incomprensioni, le prese di posizioni fra Salvini-Di Maio -Conte, e che sembra che l' odio trionfi dando tutto incandescente e pericoloso. Ognuno cerca di salvarsi la faccia, la poltrona, infischiandosene del popolo e chi potrebbe andare alle urne come desidera Salvini, l' artefice di questa crisi che gli è scappata di mano, e che molto probabilmente non riuscirà nel suo intento, "chiede troppo, vuole troppo, e pretende pieni poteri dal popolo " .Vuole che sia tutto pulito senza imbrogli, inciuci,trasparente, e niente stravaganze per andare al voto, e semmai sarà proprio lui nel farli con alleanze strane, e per non rimanere sepolto dai suoi sbagli, "Berlusconi gli può dare una mano ma vorrà in cambio serietà e senza la politica balneare che ultimamente lo contraddistingue. La sua bramosia di andare al voto subito e dove non si capisce bene del perché influirà molto sulla s…

PERCHE' L' ITALIA È ACCATTONA? IL DEGRADO...

Si moltiplicano i mendicanti e i senza tetto, veri o falsi che siano le nostre città ne sono piene, multe e allontanamenti riescono solo in parte ad arginare il problema, anche perché non si approfondisce la situazione come dovrebbe essere. Inutile negarlo il degrado e l' insicurezza per le strade, in città è ben visibile, senza domandarci il perché succede tutto questo, se non altro facciamo una smorfia di disapprovazione, li scansiamo , li evitiamo il più possibile come se avessero una malattia rara e incurabile , tanto saranno la polizia comunale nel cacciarli e darli del filo da torcere tutto nel segno dell' immagine e il decoro della città! "Semmai la città è sudicia e degradata per altri motivi che non verranno mai fuori, ma per chi chiede l' elemosina sul marciapiede d' una via, si fanno i salti mortali per allontanarli come ad indicare che è più importante proteggere la facciata per illuderci di essere puliti in tutto per tutto ". Viviamo costantemen…

IL 14 AGOSTO 2018 IL PONTE MORANDI CROLLA, UNA SCIAGURA PER GENOVA

Il primo anniversario del crollo del ponte Morandi che il 14 agosto 2018 ha fatto 43 vittime, ferita la città di Genova e scioccato il paese intero, e del perché sia potuto succedere. Interrogarci delle probabili cause che hanno portato alla sua caduta, rimane la cosa prioritaria in modo che non risucceda più, ma indubbiamente sarà sempre avvolto da un alone di mistero, cattiva manutenzione o nulla, difetti di fabbricazione anche perché era il primo precompresso o comunemente "cemento armato",calcoli di progettazione errati e test di collaudo insufficiente, sono tanti i motivi dove l' opera non è andata per il verso giusto. Nulla è eterno in questo mondo, ma la strage e il crollo del ponte la si poteva evitare, intervenendo prima che ci fossero dei morti, e scioccare il paese dove rimarrà per tanto tempo la paura e l' incertezza di altri ponti e della loro manutenzione. Come possiamo dimenticare le 43 vittime, non lo possiamo fare!  Ed è anche per questo che il 14 a…

IL RITORNO DI BEPPE GRILLO, PER SALVARE LA SUA CREATURA

La coerenza dello scarafaggio/ dal blog di Beppe Grillo.                                                      
 Dal suo blog non usa mezzi termini, e non vuole andare al voto, e per giunta è arrabbiato con Salvini ,tutto in stile di un comico che non fa più ridere e il suo declino è segnato come lo è il M5s . Salvare il salvabile e non morire sembra la sua preoccupazione e dove secondo lui il M5s può  servire ancora il Paese con dignità, dalle grinfie di barbari e di uomini senza scrupoli. Un Grillo che dopo tanto silenzio, riviene a galla nella certezza che se si andasse al voto il M5s perderebbe i consensi, voti e fiducia dei cittadini, e  questo per Grillo sarebbe troppo! . Indubbiamente qualcosa non ha funzionato bene se si pensa alle urne come ad un mostro che inghiotte tutto, uno scempio di realtà che non si è  fatto bene i conti, non si era previsto ,e accelera l' agonia. Il M5s si potrà salvare con alleanze che non assomiglino alla Lega ,scordandosi Salvini definitivamente…

SALVINI CHIEDE AL PAESE PIENI POTERI, DOVE POTRA' ARRIVARE DOPO QUELLA SUA CRISI DI GOVERNO ?

La frittata è fatta!  Salvini vuole andare al voto dopo che staccando la spina al governo e di una crisi che puzza da lontano, e dove l'ha voluta solamente lui anche per levarsi di dosso un Di Maio che pesava ultimamente, vuole pure i pieni poterti dal Paese. Un Salvini che va giù pesante non sapendo bene quale rischi può imbattersi se non muove bene le carte in tavola, anche perché questa crisi di governo voluta, non si sa ancora bene le motivazioni e intanto lo scompiglio sul governo lo si nota bene da rimanere sbalorditi sia Di Maio e sia Conte, e quest' ultimo è rimasto l' unico avversario di Salvini e un ostacolo visibile. Tra le bizzarrie e i proclami di Salvini siamo abituati, ma non siamo abituati  nel sentirsi dire nell' avere più poteri e per fare cosa e come ? Da tutta l' impressione che il gioco si fa duro, e non voglio citare Benito Mussolini che in tanti lo vedano e ne ispirano le somiglianze riempiendo titoloni di giornali, e articoli, bene che da q…

LUIGI DI MAIO È CADUTO SULLA TAV, E DI UN SALVINI CHE NON PERDONA !

Di Maio sconfitto dalla TAV, (quel tunnel Torino-Lione che era il suo fiore all'occhiello, e non andava fatto)  ma come si sa Salvini l' ha battuto e la Tav si farà dopo quello che ne verrà fuori dopo, sia come il governo potrà reagire. Ultimamente Luigi  e i suoi "no" non gli portano fortuna, anche se dice di essere entusiasta nel ripeterlo più volte quel "no" da essere sempre in litigio con Salvini e di un governo sempre in bilico da non sapere le mosse e i comportamenti futuri. C' è  una distanza molto lunga tra Di Maio e Salvini ,di idee, di programmi e di consensi, che il povero Luigi soccombe alla prepotenza di Matteo da evidenziare la superiorità e dove la gente lo applaudono anche per questo. Forse non si è visto un Luigi nel pieno delle sue forze, battagliero, battere i pugni sul tavolo se necessario, non lo si è visto anche perché non può farcela con le grinfie e il carattere di Salvini e di un politico nato, anche per questo Luigi è sempre s…

BERLUSCONI È STATO ABBANDONATO DAI COMPAGNI DI VIAGGIO

Chi lo adorava in un tempo ormai passato, oggi lo disprezzano e lasciandolo solo che Berlusconi inizia il declino, la bufera e il rimpianto di aver lasciato tante cose in sospeso. Un' agonia di vedere gli amici scomparire da un momento all'altro, eppure in passato per loro aveva dato molto e fin troppo!  Ma si sà voltandoli le spalle hanno distrutto un partito che per decenni è stato alla ribalta e facendo felice Berlusconi, oggi tutto è cambiato, come cambia la vita e in peggio dove rimangano solo i ricordi e di una gloria che non ritorna più. Non sempre si può vincere, e sulla politica gli imprevisti sono di casa, come pure è la vita stessa dove non si può sapere mai cosa ci riserva e dove può portarci, e la corona da Re è impensabile portarla all' infinito fino alla morte. Però Berlusconi ha fatto un pezzetto di storia, e questo lo deve rendere ancora più felice, dando spiraglio all' Italia e alla crescita quando era in forma smagliante e tutti credevano in Lui. In…

SALVINI E DI MAIO , NON SI STANCANO MAI DI LITIGARE E INTANTO...

Sotto gli occhi abbiamo sempre quel teatrino dei litigi e incomprensioni fra Salvini e Di Maio ,come se tutto questo arricchisse un copione duro nel morire e dove ne viene fuori un quadro raccapricciante. Stanchi di vedere un governo ridotto sempre in una crisi permanente e dove i contrasti e le divergenze volano bassi fra i due contendenti da farla sembrare una bomba che può esplodere da un momento all'altro. Si può parlare di divorzio, di staccare la spina, tutte cose che possono venire a galla in preda alla rabbia, delusione,  ma subito dopo nulla succede e si ritorna sulle proprie file senza scomporsi non più di tanto, gli effetti di voler rimanere attaccati alla poltrona. Ebbene sarebbero quelli... (Salvini e Di Maio) che dovrebbero risolvere i problemi dell' Italia, e come poterlo fare se tutto il santissimo giorno litigano, fanno il muso, si tengono a distanza, divergenze comprese da dubitare del loro operato. Si, se sono stufi loro figuriamoci Noi ! Che da quel loro t…

FERROVIA TORINO - LIONE, CONTE DICE DI SI ALLA TAV

Conte dice :" Che non farla costerebbe molto di più " contrastando le vedute dei "No Tav" e di tutti coloro che invece sono convinti che non costerebbe niente sul lato economico. Indubbiamente il Premier Conte pare che sia ben felice di quest' opera grandiosa, come lo è pure Salvini , non lo è affatto il M5s con un Di Maio e un Beppe Grillo incazzati al massimo e  d'altronde come darli torto. (Il tunnel della discordia, dove non si avevano le idee ben chiare fin dall' inizio della sua nascita, sfociando in discussioni e guerriglie ,ed oggi siamo di nuovo col nodo in gola fra un SI e un NO che divide non avendo risolto il problema definitivamente ). La Torino-Lione costo 8,6 miliardi di euro e dove il 40% è confinaziato dall' Unione Europea  ,mentre il 35% a carico dell' Italia  , e solo il 25% dalla Francia e questa percentuale la dice lunga!. Ma le cifre possono dire e non dire, se la corruzione e altri fattori si fanno strada su quest' op…

I MIGRANTI LIBERI DI AGIRE INDISTURBATI SULL' ITALIA, E I LORO POTERI

Si potranno mai socializzare con Noi stessi, l' integrazione che forse vogliamo ma non arriva! Migranti di altre vedute e di ideologie e religioni diverse che venendo sul nostro Paese non si ritrovano e vanno dritti per la propria strada ,anche scontrandosi con la legge e sui comuni cittadini . Ormai sono tutti di loro che mettendo a soqquadro l' Italia cercano di comandare, e lo fanno nella condizione più cupa e triste, e non passa giorno che fra furti, violenze, aggressioni ed esibizionismo gratuito i giornali ne sono pieni, magari ubriachi, stanchi della propria vita che ne fanno di cotte e di crude senza rimorsi. Forse sapendo che la giustizia sia dalla loro parte (che un po' di vero c' è) si muovono indisturbati come niente fosse, tanto c' è sempre qualcuno che gli copre le spalle e magari li consola per la vita  che hanno passato, un abbraccio e le lacrimucce. Non bisogna essere razzisti per vedere la realtà e vivere con loro giornalmente ,malgrado si parli …

----- LO SFONDO DI SETTEMBRE