GLI ABBRACCI E I BACI NON SONO AMMESSI , LE RESTRIZIONI DEL VIRUS

Giuseppe Conte, quel Premier che ascolta quel Comitato Scientifico da lui creato, e dove sono  preoccupati dello svolgersi della situazione di questo Coronavirus, da dare delle regole che possono scombussolare il Paese. Se si pensa che per un mese in tutta Italia non sarà possibile abbracciarsi, ne baciarsi, tenere la distanza di sicurezza di almeno un metro, lo sport a porte chiuse, gli anziani devono rimanere in casa segregati, pure chi ha la febbre, o un raffreddore. Insomma si sta chiedendo troppo alla popolazione, e indubbiamente si risolverà ben poco, ma l' intenzione di peggiorare ulteriormente le cose, dove soprattutto l' economia ne risentirà notevolmente sta avanzando se si prospetta una situazione di questo genere. Siamo tutti più deboli, indifesi e all' occorrenza reagiamo senza regole ben precise a casaccio, e dove il sociale ne è vittima da averne sempre più timore nell' affrontarlo. Il Premier valuterà la faccenda del suo Comitato Scientifico , ma il solo pensiero di isolare gli abitanti non toglie il fatto che sia tutto un po' esagerato, e mai ci si immaginava che gli abbracci e i baci fossero così nocivi da compromettere la salute, un Paese romantico come poteva essere il nostro tempi passati in pochi attimi è andato in frantumi. Prima o poi il Coronavirus passerà, ma non passerà cosa hanno dovuto affrontare gli italiani, se lo ricorderanno per un bel pezzo e dove tutti i guai sono iniziati dopo il virus, perché non si è saputo destreggiarlo dall' inizio, e la fine sarà forse peggio !            

Commenti

Post più popolari