QUEI SENATORI CHE ABBANDONANO IL M5S PER ANDARE NELLA LEGA | IL GRAN FINALE

Non sono voltagabbana, e le multe, e le lamentele non serviranno se nel M5s non cambierà sistema. 
Escono quei senatori dal movimento 5 stelle, per abbracciare Salvini e la Lega sia Ugo Grassi, Francesco Urrraro e Stefano Lucidi , ma altri parlamentari potrebbero fare altrettanto da non meravigliarsi perché succeda tutto questo, e da domandarsi quale strada possa percorrere sia Di Maio ,e Beppe Grillo  per salvarsi e tornare alle origini.  E se perdere quei senatori, e che potrebbero aumentare si possiede tanta rabbia, da esigere quelle multe per chi scappa da far sembrare un po' di dittatura, tanto per far paura a chi in seguito potrebbe lasciare il movimento. Tanto clamore, accanimento per chi non si riconosce più in quel movimento, tanto cambiato in peggio da averne la nausea, quei voltagabbana come dicono loro che non devono gabellarsela alla prima occasione di difficoltà, e nel rimanere dentro devono pure patire le pene dell'inferno ( grossomodo e in termini spiccioli risultano per loro così) 
Non si pongono quella domanda del perché quei senatori sono scappati e degli altri che probabilmente le seguiranno, neppure quel Di Maio che facendosi un' esame di coscienza rivendichi tutti gli sbagli fatti fino ad oggi, e lo faccia se non in pubblico, ma a se stesso in sordina per rimediare, correggersi e darsi nuovi sviluppi e tappe da cui crescere ed avere più fiducia per chi lo segue. Indubbiamente come sempre nei mie post ho scritto quel Di Maio non è all' altezza di essere al comando e ne di avere incarichi di prestigio, la sua scorrettezza è di predicare bene e razzolare male, inizia bene ma si sciupa per strada e dando sempre più uno schiaffo al quel movimento che crede e ne fa il suo trionfo (o almeno così vuole che appaia agli altri) . E così difficile non vedere quel movimento in continua perdita ? Senza dubbio "si", e questo di perdere senatori lo dimostra, dove ormai quel "credo" " é andato a farsi friggere e lasciando una porta aperta contro gli spifferi e il grande freddo che entra con una forza mai vista prima di ora. 
Il movimento 5 stelle, lo possiamo paragonare a un' auto vecchia, stravecchia ,che si regge l' anima con i denti, e sta perdendo i pezzi, ingolfata al massimo e via dicendo.. ma ci sarà qualcuno che potrà aggiustarla o finirà nel deposito della rottamazione , abbandonata al suo misero destino e di non essere più utile a nessuno . 
Il pericolo che sia proprio questo ! E che sia difficile riportarlo alle origini, applaudito e acclamato come il vincitore in assoluto, dove l' ascesa e la caduta sono stati tutt' uno per ritrovarsi con le spalle al muro, da non sapere neppure come sia potuto accadere per quel movimento 5 stelle con quell' occhi bendati e la mente confusa , ma che speravano nella fortuna dopo tutto, che è mancata. 


Commenti