COSA POTRA' DIRE MATTARELLA NEL DISCORSO DI FINE ANNO ?

"Che da anno scorso a quest' anno non è cambiato niente, semmai è tutto peggiorato e lo si nota da una politica che non funziona  !"                                              Mattarella lo dirà così per bene da non lasciare dubbi,  lamentele , e disguidi in proposito ora che è  in procinto che il suo mandato sta per finire, per questo  sono già in corsa i probabili successori, e il più gettonato è Romano Prodi sostenuto dal PD ,sempre che in quella data fatidica il Partito Democratico esista ancora.  Non possiedo rancori e neppure mi lamento su nostro Presidente della Repubblica, faro e piedistallo dell' Italia, un arbitro che si è  trovato a fare scelte non sempre condivise dal Popolo, ma che in qualche modo hanno dato luce a vie d' uscita non pensabili  fino a quel momento.   Un Presidente della Repubblica deve fare il buono e cattivo tempo, anche se le critiche arriveranno, sia giusto o non sia giusto, è da tempo che va così e un cambiamento non sarà accettato  per cambiare le sorti e il gioco in tavola.  Si anche perché il gioco lo fanno i vari partiti scegliendo il Presidente più propizio in quel momento, che certamente gli venga incontro in tutto e per tutto, immaginandosi chi sa che cosa e come da diventare roccia da non rompersi al primo terremoto.   Un Presidente della Repubblica che trappoco se ne sta andando, e già il successore è alla porta che aspetta, certamente non si sono mossi all' ultimo minuto, dando così l' impressione che da tempo era nel progetto da non rimanere a bocca asciutta e rompersi l' anima nel cercarlo , questa è pure la politica.   Una politica con molti risvolti, trame mozzafiato, raggiri e sottorifugi da far impallidire chiunque, e penso pure Mattarella ne sia sbalordito.  "  Ma cosa importa quell' arbitro ci deve appartenere perché fa gli interessi nostri ,e poi si vedrà! "                                           Ogni anno quel discorso  del Presidente della Repubblica  ci mette in bella mostra sia i mali e le cose belle dell' Italia, e dove il finale sarà di "potersela cavare in tutti i modi, di essere fiduciosi e tutto si sistemerà come per magia " insomma dopo la tempesta di nuovo il sereno, ma non lo si è  visto quel "sereno" da un bel pezzo e lo si vedrà mai ? Visto che ogni anno che passa è sempre peggiore da non dormirci più la notte, e allora immaginiamo quell' Italia non più in crescita, dove tutto va a rotoli e nessuno possa fare niente se è proprio la politica a volerlo, proprio quella politica che sceglie il Presidente della Repubblica ! Un po' di perplessità e da interrogarsi viene dopotutto..... Finché il gioco lo conduce la politica sull' elezione del Presidente della Repubblica,  non potrà cambiare niente, senza colpevolizzare ne Mattarella e il suo successore tanto per intenderci. 

Commenti