ECCO PERCHE' NEL MESE DI DICEMBRE IL MIO SFONDO RISULTA IMPORTANTE

Non voglio di certo convincere gli indecisi, chi non ci crede e di questa festività è un giorno come un' altro e non cambiando nulla vanno avanti col paraocchi, di certo anno smesso di credere sulla nostra cultura, la nostra tradizione millenaria per ovvi motivi che solo loro possono sapere, ignorando quell' atmosfera Natalizia che per gente normale incanta ancor oggi, e forse non morirà mai, (il bello di tutto ciò  è pure questo) . Come ribadisco il mese di dicembre mi ricorda quando andavo a scuola, ero piccolo, e mi facevano fare i disegnini di Babbo Natale, scrivere le letterine ed aspettando i consueti regali sotto l' albero di Natale che mia madre aveva fatto, all' epoca non capivo l' importanza del Natale, capivo solo che quel giorno i regali c'erano e in abbondanza e se poi c' era la presenza di Babbo Natale (che ovviamente era mio padre travestito col pancione e barba bianca, che sia stato il benvenuto , anche se non subito l' avevo capito che fosse lui..) . Forse quell' atmosfera riscaldava, non tanto per il caminetto acceso e lo schioppettino della brace che bruciava, e guardando fuori per giunta nevicava come se fosse stato tutto al completo da non voler più altro, ma lo stare insieme fra parenti in una grande tavola apparecchiata a puntino e con pietanze di ogni genere da non rialzarsi più da quella tavola,con i canti natalizi per concludere . Tutto questo ricordo mi è rimasto, e lo porterò fino alla tomba e dove forse i pensieri e storie non muoiono mai , come si vuol dire , da qui nasce un post come questo :"lo sfondo del blog di dicembre "  anche per riportare in luce tempi passati, e purtroppo  erano altri tempi e si era più timidi e insicuri dei tempi attuali, ma c'era indubbiamente una scuola e una famiglia preparata sul tema del Natale che oggi manca, oppure lo si fa forzatamente da far venire in definitiva la nausea sui bambini di oggi. La vita frenetica, in corsa sempre col tempo, lo stress sociale, lavorare pure a Natale, ma forse pure si invecchia male perché non si può avere qualche scopo nella vita senza combattere prima e più delle volte farsi del male, che si lascia in disparte il Natale, fare felici i propri figli, perdere una tradizione tramandata da generazioni che avevano meno di oggi, ma che all' occorrenza erano più felici e vivevano più la vita rispettandola sulle piccolezze. Piccolezze che sui tempi di oggi non ci accontentiamo, e vogliamo sempre di più, quel valore su tutti e su tutto che ci annebbia la vista fino a farci diventare dei mostri, e non più cristiani e di una fede persa col tempo.                                                                         
 Il Natale ,fino all' esplodere dell' anno nuovo, per finire all' epifania lo si deve sentire dentro, una parte integrante di un qualcosa che ci appartiene, e dalla storia prendere spunto per non illuderci che tutto sia preconfezionato, messo a puntino sul libero mercato per solo guadagnarci e basta,  perché se la pensiamo così tutto va a farsi friggere e buonanotte al secchio! Dare un po' più di sogni sui nostri figli, farli appartenere sempre a quella tradizione e cultura del quale fino a ieri si era grandi, è doveroso farlo senza pregiudizi e scappatoie tanto per cambiare qualcosa, che in definitiva si rimane più deboli da non potersi più aggrappare per rimanere a galla.  Buon Natale!  E lo sto dicendo in tutte le lingue del mondo, che quest' anno sia un po' più speciale dell' anno passato, che l' anno prossimo sia ancora più speciale di quello attuale, e via dicendo per ritrovare l' armonia e l' atmosfera, e sempre salire un gradino in più per portarlo sulla vetta da vincitore, e farci stare meglio. 

Commenti

Post più popolari