STIAMO PER FAR MORIRE GLI ANZIANI , E IL COVID -19 NON C' ENTRA NIENTE ...


Che vogliamo fare degli anziani  ? Si, perché per colpa del Coronavirus sono stati decimati, e quel peso rimarrà indelebile sui nostri cuori, gli altri essendo nelle case di riposo non se la passano tanto bene, isolati sia dalla società e dai famigliari, rinchiusi in quel loro guscio protettivo imposto,  da mancarli l'aria e perfino quell' affetto che avrebbero tanto bisogno, e l' emergenza Covid-19 non è una scusante per imporli quella prigionia e quel coprifuoco per rimanere in vita, ma semmai è tutto il contrario ,per farli pesare molto di più sia la casa di riposo, e il mondo esterno dove non possono andare , dando così fuoco alla miccia della loro agonia e paragonabile alla morte, e forse più peggio di essere contagiati dal virus. D'altronde chi col cervello non c'è più  ed è infermo non può fare caso a questa tortura di essere fuori da tutto, ma per gli altri forse non se lo meritano dopo i sacrifici fatti di una vita e ritrovarsi in solitudine vuol dire aver perso in partenza, e ne può seguire di una disfatta degli anziani voluta se non si fa niente per essi anche dopo il Coronavirus. Andrà rivista la condizione di quell' anziani poveri, malati, soli, e nel farlo bisognerà buttarci a capofitto su questo problema che certamente non è da ora  che è venuto a galla , un motivo in più per riprovarci nuovamente con risultati migliori dei precedenti, non sono solo numeri, ma umani e per questo vanno trattati per quello che sono, fragili, indifesi, ma con tanta voglia di dare , se li si dà la possibilità che questo avvenga, certamente non vorranno essere di peso per nessuno anche patendo in silenzio e che da quel valore in assoluto per essere unici. Molto spesso sentiamo del personale delle case di riposo che maltrattano gli anziani, una vergogna che non da lustro all' Italia, il personale addetto dovrebbero prendere una patente specifica e dei corsi appositi per imparare le buone maniere, per essere degni di quest' attività  ,pazientosi, seri, sociali con i più fragili, e dove il guadagno può avere poca rilevanza, e innanzitutto un governo più partecipe e vigile per chi ritiene l' anziano " un giocattolo che si può manipolare a piacimento ,e romperlo pure ". SI, STIAMO PER FAR MORIRE GLI ANZIANI, E IN QUESTO CASO IL CORONAVIRUS NON C'ENTRA NIENTE, se non riusciamo a capirli, i loro sogni, i loro fabbisogni prima del trapasso, hanno tutti i diritti volere quel qualcosa che sempre gli è mancato, e noi egoisti non abbiamo mai pensato di darglielo, (ripagandoli nel metterli nelle case di riposo ) o magari (tenerli in famiglia con tutte le problematiche che ne derivano), e forse è solo un assaggio di quell' anziani in balia della sorte, sbattuti in un' angolo zitti e buoni per il volere degli altri che non possono avere i rimorsi di coscienza, che la vita continua  ! .Abbiamo due virus insidiosi da combattere,- l' uno il Covid-19 che ha fatto strage di anziani, ma presto passerà e sarà un brutto ricordo,- l' altro che rimarrà in eterno se nel frattempo non si cambia mentalità e strategie, e sarebbe che nel minare i sentimenti, le emozioni, e tanto altro degli anziani, si possa accendere quella miccia esplosiva che genera l' agonia e infine la morte, una sorta di coma perenne, in parole povere quello che il Covid-19 non ha potuto fare, lo farà l' altro ,ancor peggiore sarà il risultato,  da non avere dubbi se si distruggono i sentimenti e le emozioni in un solo colpo da avere ripercussioni serie. Come non darli torto, il mal di vivere che é in loro è colpa dei nostri comportamenti, ed è  proprio "questo mal di vivere" che si abbandonano a se stessi,  e si lasciano consumarsi  come una candela accesa ,per poi non avere ne la candela e ne la luce che gli proteggeva. 

Commenti

Post più popolari