PER I GIORNALI ESTERI SIAMO DI GIA ' SPACCIATI


I giornalisti Esteri ci giudicano, passano al vaglio la situazione che c'è in Italia, e nel farlo non usano mezzi termini, vanno subito al sodo anche essendo crudeli, e che in fin dei conti non sbagliano affatto se loro vedono i nostri difetti e noialtri non le vediamo sempre appiccicati ai giornali italiani. All' Estero può interessare la faccenda del Bel Paese, oppure no ! Ma sta nel fatto che forse sanno più cose di tutti noi e del quale non ci si immagina neppure, e per questo più autorevoli nell' ascoltarli e prendere spunto dai loro consigli ,che tutto ruota intorno a loro. Tra i loro articoli c'è chi osa e chi ci va piano, chi ci mette in prima pagina oppure in un trafiletto ,ma in tutti i casi si parla sempre dell' italia come sia un loro chiodo fisso, e forse di un amore che non vogliono far vedere, ma c'è... .Se dai giornali italiani  tutto è offuscato, e la disinformazione è causa di tutti i mali , non lo si potrà dire di certo per gli altri giornalisti stranieri che possono aprire uno spiraglio di saggezza, ed essendo fuori dal Bel Paese ci inquadrano ancora meglio, da dirci : " aprite gli occhi italiani , perché siete già spacciati "  e lo stando dicendo da una vita , ma oggi più che mai quel coro è senza dubbio più forte , per aver raggiunto quasi il fondo involontariamente. Ci aprono la situazione dell' Europa e delle loro regole che ingabbiano e danneggiano, di una politica che non fa gli interessi di un popolo, la burocrazia sempre più aggressiva , e tante altre cose che rappresentano la condizione di una Nazione allo sbaraglio più totale e del quale l' Italia è chiamata in causa. Indubbiamente sentire le opinioni, i consigli, le istruzioni per l'uso da altri che non sono Italiani fa male, viene un senso di voltastomaco , ma d'altronde almeno qualcuno ci consiglia , dove sia il governo, e la popolazione Italiana va per la propria strada incurante dei rischi che si corrono mettono gli ostacoli dappertutto , tirandosi la zappa sui piedi senza accorgersene. La verità fa male, se si scorge che poi non siamo poi così tanto forti come si pensava, che non abbiamo un'economia sana e duratura e che può altro che peggiorare, che la disoccupazione e i fallimenti di aziende avranno il sopravvento da non fermarle più, che siamo il fanalino di coda sulle Nazioni di rilievo, e se oggi leggendo i giornali nostrali si può capire poco o nulla, si può spingere a quelli fuori che senz'altro, (è certo) avranno sempre una marcia in più rispetto ai nostri , (che la disinformazione è  il loro pane quotidiano) da fare la differenza.  




Commenti

Post più popolari