STATI GENERALI , UNA DELLE TANTE PORCHERIE DI CONTE !


Nella cornice di villa Pamphily a Roma ( foto sopra) da sabato 13 giugno a domenica 21 giugno sono in programma gli Stati Generali,  un luogo blindato, e a porte chiuse, (non ci sono i giornalisti ) pronti a sfilare le più grandi ed autorevoli figure dello scenario italiano ed Europeo : " politici, burocrati, tecnici e compagnia bella " Ma nessuno esponente del popolo, ma allora perché chiamarli "Stati Generali ? " Ma era più semplice chiamarlo ," Summit " e si capiva subito dall' inizio.  E come non si è rivolti prima al parlamento come prevede la Costituzione  ? C'è  qualcosa che non quadra ,ma voluto dal Premier Conte non c'è ormai da meravigliarsi di niente , giorni frenetici (dimenticando la realtà e i problemi)  in chiacchiericcio, discussioni che non portano a niente (se poi Conte come sempre fa di testa sua) , video conferenze e tanto altro per in definitiva stare sulle proprie posizioni ,e di non sgarrare di un millimetro,  tutto perdita di tempo  ! E Conte vuole proprio questo ed avere più tempo nello stare nella sua poltrona con inventive e raggiri a dir poco bizzarri. Ha bisogno di tempo e di fare ( e quel fare non sa niente di realistico, ma di una buffonata) per incantare ancora gli Italiani per darli la retta via, che il gioco può essere concluso. In una democrazia vera gli Stati Generali non esisterebbero, e perché farli appositamente ora in procinto di una crisi economica  ? Se Conte pensasse di più alla popolazione e avesse dei consigli da strapparli ,farebbe la cosa migliore invece di aggrapparsi a gente senza scrupoli e di un' Europa che ci vuole annientare, insomma si sta prendendo quel grosso flop, e non lo si vuol vedere. 

Commenti

Post più popolari