COVID - 19.| UN LONTANO GIORNO CI DOVRANNO SPIEGARE IL PERCHE' DI TANTI MORTI , E DEVONO ESSERE CONVINCENTI..


Che l' America e la Cina, e viceversa, ci siano state sempre delle convergenze e vedute diverse, il passato ce lo insegna, ma pure oggi ma con qualche differenza in più, dove è  più marcato e ingrandito il linciaggio che si fanno reciprocamente , e dalla comparsa del Coronavirus l' America ha accusato la Cina di aver infettato il mondo con i loro virus letale, e che magari uscito dal laboratorio per introdursi nell' aria e fare il suo corso e cammino. A tutt' oggi non abbiamo prove che sia andata così, ma c'è molto puzzo di bruciato intorno a chi può aver infettato il Mondo, e che non ci sia pure lo zampino dell' America che ora fa tanto la martire e sguazza nel ricatto di farla pagare alla Cina, insomma fra i due non saprei a chi dare ragione, anche perché due superpotenze e due stili e vedute diverse che probabilmente non si troveranno mai nel mettersi d'accordo. È stata proprio la Pandemia nell' innescare (che ora se la ride per non piangere) di chi siano i responsabili, buttandosi a capofitto su un qualcosa che non interessa solamente l' America ma tutto il mondo alla ricerca della verità, una verità se la si troverà mai che può spianare la strada sui possibili virus che eventualmente potranno fare la comparsa più in là, ed è sempre meglio prevenire per poi dopo fare meno danni. Se l' America cerca di punire la Cina in qualche modo lo fa così frettolosamente che resta così difficile indagare e analizzare di più il caso, bramosa di prendere la tecnologia della Cina e di farla l' esclusiva per lo Stato a stelle e strisce, e dove dopo le armi punta alla nuova frontiera del tecnologico e in voga in questi tempi. Quello che più inquieta (dopo i tanti morti che ci sono stati, e saranno nei nostri cuori) è che il mistero, il non sapere niente, la segretezza più totale di come il virus si sia sviluppato, prosperato e infine indebolito ,da domandarci a che cosa sono serviti i virologi, e studiosi del caso ,se dopo non si sa quello che si deve sapere ,indaffarati a stare sempre nei salotti televisivi  e dalle loro parole non è uscito niente di interessante. Se vogliamo scoprire di più sul Covid-19 e dell' esplosione che c'è stata dobbiamo ricercarlo sull' America e la Cina, non dimenticando prima   di immergersi nel lungo viaggio, di vedere a casa nostra cosa è capitato. Già allo scoccare della mezzanotte del 2019 e nel salutare l' anno vecchio , per iniziare il 2020 con i migliori auguri e da essere ricordato come speciale, Giuseppe Conte, il nostro Premier sapeva di già della Pandemia che si doveva abbattere da un momento all'altro sul Paese, si è quindi munito di mascherine, bombole di ossigeno, guanti, gel per mani in quantità notevoli e che sarebbero servite per lo Stato che di certo non pensava di darle alla popolazione, infatti non lo è stato, l' importante che non morisse lui e la sua ciurma di ministri incapaci fin da sempre.  È bastato un solo caso di contagio dopo tanto tempo per mettere in moto sia il Premier e sia l' apparato di virologi ed attrezzature necessarie, e brancolando nel buio si è aspettato fin troppo per dare l' allarme e mettere in sicurezza l' Italia con decreti e direttive che indubbiamente andavano messe in atto già da quel fattilico 1 gennaio 2020 , e che si potevano risparmiare tanti morti.  Ma come poteva sapere Conte, e da chi l' ha saputo che c'era la minaccia della Pandemia ? E perché nell' esitare tanto di dare l' allarme nel frattempo lui al sicuro poteva dormire sogni tranquilli ? Una fatalità, un riscoprire di vedere dove gli altri non vedevano ! Una sorta di veggenza, di intuizione, oppure fortuna gratuita, ma che senz'altro di tutto questo  non vogliamo crederci, e ci è difficile immaginarsi che Conte preveda il futuro, ma è più facile credere che abbia avuto degli informatori, e di altri Stati coinvolti in questo rebus difficile nel risolverlo. E guarda caso l' America è alleata all' Italia, come il "cacio sui maccheroni " per fare un quadro completo , e dove alimenta l' appetito da fare il bis. Che sia stato un'esperimento di larga scala, un gioco sfuggito di mano, un ruggito per dimostrare che noialtri siamo piccoli, piccoli a confronto di un Mondo imponente e crudele, ma pure che ci siano segreti troppo segreti che nel saperli la gente morirebbe di crepacuore , e che tutto sia contornato di menzogne per reprimere la realtà. Più che un rebus è senz'altro un puzzle che mancando i pezzi (quei pezzi introvabili ,dove le hanno nascosti così bene.. ) non si troverà mai come venirne a capo per sapere come sia veramente successo nell' ambito della Pandemia e della sua nascita. 

Commenti

Post più popolari