CHE COSA VOGLIAMO FARE DEI NOSTRI FIGLI , E DELLE GENERAZIONI CHE VERANNO SU ... ?


Che importanza gli si dà sui quei "pargoletti " di oggi e di domani ? Sono piccoli ma hanno certamente una strada da seguire, e sta tutto nell' indirizzarli per la via giusta che non si facciano male, che i genitori hanno un compito arduo ,ma pure il governo . Non è che venendo al mondo già si trovano la strada spianata, la vita facile, e tutto quello che vedano sia oro che luccica , anche perché in realtà come eredità gli abbiamo lasciato un' Italia allo sbando e di una politica che non se ne occupa di questo sfascio, e di un sociale sempre più compromesso. Insomma noi genitori ci siamo preoccupati di farli nascere con un preciso scopo, "trovarli un lavoro ben retribuito, una casa accogliente, e tutte quelle comodità e vizzi che Noi non abbiamo avuto, perché con la scusa che erano altri tempi si è riempito il vuoto che c'era " Chi è nato negli anni '60 può ricordare il boom economico, o semplicemente miracolo economico....dove la libertà e spienzieratezza ed avere tutto a portata di mano e spendendo il giusto, può avere lasciato un solco indelebile nei nostri cuori, dove oggi non esiste più e tutto è peggiorato.                                                                                                                
        Eppure  questi giovani di oggi , fra i 18 - 22 enni di età cosa ricordano di quei favolosi anni  '60 , niente o poco, anche perché nessuno è stato in grado di averlo  spiegato a loro , dato che oggi quel boom è solo fatto di "debito pubblico, e di speranze svanite " e di un' economia che peggio di così non si può  !       Ma anche in quei favolosi anni 60 per i giovani sono stati un trampolino di lancio per manifestare, far presente i propri pensieri ed emozioni, attirare le folle e dire al mondo intero : "Noi ci siamo accoglierci a braccia aperte! "   che il futuro poteva essere a loro favore e arricchirsi di nuove speranze. Non lo è stato divorati da un sistema che non perdonava, e che metteva già i freni alle nuove generazioni che venivano su , fino ad arrivare nel 2020 che il giovane non conta più niente  ! .                                                                                                                                                    
Come il giovane  si sia smarrito, privo di lucidità  in questo 2020 è una cosa sotto gli occhi di tutti, non può più avere voglia di combattere  , di crescere, di mettere su famiglia,  se tutti sono contro di loro, e dove gli è  rimasto solo come amico lo smartphone e il computer e tanta amarezza nel vedere questo mondo che non piace da odiarlo. Giovani colpiti in pieno perché non si sanno difendere, sia dai media e sia nel sociale che li mettono alla gogna, hanno sprigionato così tanta rabbia che se metteranno su famiglia , i loro figli saranno contagiati dalla stessa malattia, dove li trasmetteranno rancori, odio, atteggiamenti negativi su un' Italia allo sfascio, e dove l'unica alternativa è  di ingozzare e fare finta di niente, ma è dura ingozzare quel boccone amaro, e che in definitiva si preferisca se si hanno le possibilità di abbandonare l' Italia e trovare riparo all' Estero.  Troppo spesso i giovani sono fra due fuochi , il primo è di restare in Italia e di non trovare sbocco sul lavoro, ma si ama l' Italia profondamente, il secondo è  che andare all' Estero per un lavoro assicurato e ben retribuito, si lasciano i ricordi , i momenti salienti di una mezza vita, si lasciano i ricordi di nonni e nonne e di una casa che erano il pilastro e la speranza e infine ancora di salvezza che li tenevano in vita , nel momento di tale sofferenza. Ma tutto questo per chi odia i giovani, è  ancora qualche risata in più da fare, delle schermaglie che siamo abituati a sentire per non fare che i giovani non siano spiraglio e luce per il Paese. A questo punto  se non si cambia sistema e mentalità ci ritroveremo con quattro gatti di giovani in Italia, e dove gli anziani prenderanno il loro posto da essere unici e da essere messi nei Guinness  dei Primati , e allora si che faremmo flop in tutti i sensi.                                                                                                                                                           

Commenti

Post più popolari