CADONO LE FOGLIE E NOI LE SEGUIREMO ...


Forse i miei post potranno essere catastrofici, e mi scuso... Ma guardando oggi come può essere la situazione in atto  e facendo un po' di calcoli ,che non bisogna essere Oxfordiani si capirà che l' autunno ha molte brutte sorprese che ci pioveranno sul capo , intemperie che non saranno di stagione e non faranno parte della meteorologia, ma bensì intemperie che riguarderanno il lavoro, l' economia, il sociale già tanto minato per conto suo, dove si potrà solo ingrandirlo . e preparandoci fin da adesso forse si potrà tamponare e accudire meglio il colpo anche se non è l' aspetto desiderato che volevamo. Ma intanto andiamo in vacanza già odiata per i limiti degli assemblamenti, un relax che non sarà un vero svago e abbia tutta l' intenzione di essere più che altro un periodo di riflessione,di libertà,  di una paura di un domani incerto e che mini sia il comportamento e sia il cervello , tornati da poco  dallo sfracello della Pandemia da non essere più gli stessi e che la mente di quei momenti è ancora limpida da non abbandonarci più. Essere con le persone e parlare con loro che non necessita di un diploma, si capisce quanta sofferenza ci siamo in quelle parole, imprenditori che non trovano altro sistema di chiudere le proprie aziende, per alcuni non le hanno neppure riaperte nella fase 2 , aiuti e soldi un miraggio, si fa più presto a rimboccarsi le maniche e " fai da te " ma con quali mezzi e con che forza se perfino il salvadanaio è vuoto, e l' inventiva con la paura è andata a farsi friggere ! Non condivido a pieno che gli Italiani avendo dei risparmi possono vivere senza lavoro e aiuti, chi l' ha detto e la pensa così sbaglia di grosso, anche perché ora i risparmi serviranno per vivere almeno decentemente e quando l' avranno finiti che si potrà fare ? La miseria busserà alle loro porte più presto di quanto non si creda, e " leva e non metti " che inguaia e non si potrà più stare a cuccia. Anche per questo l' autunno potrà essere un fattore decisivo che può ruotare ai salvadanai vuoti e lacrime e sangue, ma c'è dell' altro : " da male a stare bene ci può stare, non ci stà da bene a stare male " che la guerriglia di emozioni e pensieri ,e stili  di vita, può avere il sopravvento da sfociare in rabbia, (e coi frigoriferi vuoti e la pancia pure vuota che il magone in gola si farà sentire)  .Anche in America c'è crisi, record di disoccupati, e quando lo Stato a stelle e strisce va male, si riperquote anche in Italia, lo è stato sempre e ora lo sarà ancora di più, forse è una Crisi Globale e la Pandemia ne è stata responsabile, per questo l'attenzione che non ci sia possibilità di sfuggire diventa realtà , da stare con le spine per anni. Che sfortuna avere pure una politica,e un governo  che non ci rappresenti, che ci mette degli ostacoli, e che ci voglia rovinare contornati pure da un' Europa che fa i propri interessi a scapito di chi vuole vivere e lavorare,  sa tanto di un male che non capiremo mai. Insomma quest' anno l' inverno lo odieremo, come odieremo l' anno 2020 che non è iniziato bene e senza ombra di dubbio finirà peggio  !

Commenti

Post più popolari