IL CIELO S' È OFFUSCATO DAI POVERI

Se il ceto medio  non esiste  più, lo rimpiazza la popolazione dei poveri, e sia quella dei ricchi,  (una via di mezzo  non c' è, che peccato!)  .Sono sempre  nell' idea che  le statistiche sono un po'  fasulle, e che non tengono in conto bene di quanti milioni di poveri ci siamo veramente in Italia, anche perché se ne parla tanto ma non si approfondisce più del necessario. Non è  tanto la cifra che può fare la differenza, ma semmai come si agisce e si fa per i poveri... "niente di niente " perché essere povero non conviene e non conviene neppure la politica occuparsene. Una vergognosa situazione oppure una spinosa situazione che ci interroga ancor di più sul fatto che non c' è più civiltà, ne solidarietà, e i ricchi vengono per primi senza dover discutere. É vero che  i poveri ci sono sempre stati, ma era un'altra era, la povertà la si poteva toccare con le mani, la prima  e la seconda guerra mondiale è stata una disgrazia per tutti, e la fame e la distruzione si ritornata  quasi nel medioevo ,ma oggi come oggi far esistere i poveri dove non c' è  guerra e ne distruzione non ci può stare, e semplicemente follia pura, gli straccioni, le pezze sui pantaloni, e dove riconoscerli subito ...non ci sta, assolutamente no!  Abbiamo  il progresso e tecnologia e sicuramente siamo più avvantaggiati di 60-50 anni fa e non vedo il motivo  che non trovino sollievo in questa società, che non si valorizzano e avere uno spiraglio di luce. Non muoiono di fame, statene certi!  "Ma patiscono le pene dell'inferno per il loro sostentamento, racimolando elemosina, oppure un amico dove gli aiuti, sono molteplici le situazioni da andare  orgogliosi se si può dire! Ma ormai l' etichetta da povero c'è l' hanno e non saranno mai come chi possiede i soldi e le spende malamente". Perché  anche un solo euro é semplicemente una ricchezza per  loro, che i ricchi non potranno mai capire la loro importanza di avere pochi spiccioli a disposizione,dove  fa sentire grandi e in pace con loro stessi da essere felici per un po'. Ma forse tutto non può avere senso se non la si conosce la povertà in profondità fino alle radici, e per una volta immergersi fra di loro ,assomigliarli il più possibile anche per la mentalità e i modi di fare ,sicuramente si avrà un' altro aspetto da considerare per arricchire la vita che non si sapeva che  esistesse. Non sono vagabondi e puzzolenti, semmai non vengono presi sul serio  e la cosa cambia , e se la cambia!  E se possono non esitano a rimboccarsi le maniche, a durare fatica, ad essere utili in qualcosa dove ne giova l' orgoglio e la speranza di cambiare. Poi qualcuno ci ricamerà sopra e darà un' altra versione dei fatti, anche  perché è più facile scagliarsi contro i poveracci, i morti di fame, gli straccioni, pur di escluderli dalla faccia della terra e di non vederli più.

Commenti

Post più popolari