18 - 05 - 2020 | LA RIPARTENZA AL BUIO CHE INQUIETA


 Ma siamo sicuri che domani 18 Maggio 2020 , nell' aprire quel palcoscenico e dove la maggior parte delle aziende riapriranno, si faccia più male di quello che il governo non l' abbia fatto  fino ad ora, in mancanza di soldi, di sicurezza, e di regole indubbiamente da rispettare, dove l' imprenditori e l' artigiani , e tanti altri..,   si troverànno già arresi prima di aprire quelle loro saracinesche. Non voglio dire che ancora dovevano rimanere chiuse quelle saracinesche, ma dare più ossigeno e aiuti a chi le riapre, quello si, invece con tante conferenze stampe che sapevano di inganno e di presa in giro ,il Premier Conte ha saputo che buttarli allo sbaraglio, senza quella speranza che tanto desideravano, e dove i soldi facevano la differenza. Il decreto rilancio, e quei 55 miliardi non arrivano, anche perché forse è stata tutta una falsa, una falsa orchestrata dal governo per tenersi ancora buona la popolazione, e di quelle poltrone che il governo non vuole abbandonare. La realtà è che riaprendo quelle saracinesche,  abbiano il coraggio del "fai da te" , ricominciare da zero, e rimboccarsi le maniche per quella ripartenza al buio più totale, dove l' unica certezza è che non  faccino più debito e campare alla giornata ! Una prospettiva che per i meno coraggiosi faranno certamente flop in tutti i fronti , e come non darli atto che rimanendo soli, e dove la solitudine gioca brutti scherzi. Siamo in alto mare per quella normalità tanto attesa, se soprattutto il governo rema sempre contro perché gli italiani non abbiano quella luce intensa da potersi aggrappare, sembra che il governo ci goda a far soffrire gli italiani ! Dove inevitabilmente la crisi economica non la si potrà più scongiurare con queste illusioni e raggiri che il governo fabbrica in continuazione. 

Commenti

POST PIU' VISUALIZZATI