Passa ai contenuti principali

AL BAR | TRA UN CAFFÈ E UNA BRIOCHE HO SCOPERTO COME LA PENSANO GLI ITALIANI!

E chi l'ha detto che il bar è malsano e chi lo frequenta è da escluderlo dalla società: (e  tutti sono alcolisti,e parolai ) Ma dai bar che frequento e le giro in continuazione, non vado più che altro a fare colazione, ma ha sentire cosa dicono sulla politica e sulla società; bisogna spronarli un po' e fare amicizia con essi prima che ti dicano quello che vuoi sapere. Insomma un pozzo di notizie e dove molte volte le loro parole sono ispirazione per i miei post su  questo blog e mallantimessage. e certamente tra una brioche e un caffè,oppure una bevuta che mi offrono,e io la offro a loro che le parole iniziano a scorrere..ma sobri e il cervello a posto.(lo specifico per non creare malintesi) . E' una meraviglia essere a contatto con gente comune oppure con gente ricca, "chi ha il puzzo sotto il naso,e chi ha il moccio, chi ti schiva e chi ti viene incontro.." e da questo sai già chi devi frequentare e chi no' e basta una inquadrata per non sbagliare! Forse un pezzo dell'Italia è dentro ai bar e non c'è ne accorgiamo, e specialmente quando fa freddo in inverno sono tutti lì appiccicati come cimici da fare lo slalom per passare. Se l'atmosfera è irrespirabile ci sono buoni motivi per rendersi conto di poter fare un sondaggio per i motivi più svariati che 50 e più persone ti assecondano senza fare un batter di ciglio dove quel sorrisetto emerge dalle loro bocche. Diciamolo subito: "frequentare i bar non è un mio vizzio e neppure una tecnica per sapere i fatti degli altri; che molte volte quella intimità viene a galla senza volerlo e dove i problemi e le incertezze mi fanno vacillare chi me lo racconta come se fossi un vecchio amico da sempre" ma d'altronde danno l'anima al diavolo pur di farsi sentire e farsi giudicare ; una croce o  delizia e chi lo sa? Ma quell'amaro in bocca rimane dopo che ti hanno dato quasi tutto! Anche se non volevi entrare nei particolari che si annidavano nei loro cuori. Il bar può essere una miscela esplosiva oppure una fonte dove saprai tutto.. e ha volte non è come si dice,: "chiacchiere al bar e basta!" I vecchi che non usano i social come posso esprimersi, e come possono comunicare se non dentro al bar fra amici e la loro esperienza è una fonte di energia tale che rafforza il nostro Paese; anche se molti non lo ritengono probabile e sbagliano ! È pure un ritrovo per i giovani che fra loro scherzano,e danno vitalità al bar e il barista non può che assecondarli ... È come un enorme palcoscenico: "i vecchi che raccontano davanti a un mazzo di carte intenti nel giocare - i ricchi che schivano la persona indesiderata - la gente comune che bevono e parlano di politica - i giovani scherzano e danno vita ancora di più alla vita " Ma forse  la cosa più importante è: "che quelle parole dette all'interno di quei locali svolazzano fuori pronte per essere prese, ma molte vengano lasciate in balia della sorte e dimenticate ..,un guaio per tutti Noi che dalla comunicazione contiamo molto e ne siamo schiavi.."/

Commenti

POST PIU' VISUALIZZATI

L' UNIONE EUROPEA E MATTEO SALVINI ,QUEL DEBITO PUO' ESSERE LA ROVINA..

L' Unione Europea mette nel mirino Matteo Salvini , e Salvini non vede di buon occhio L' Unione Europea... e indubbiamente siamo alla resa dei conti da entrambi i lati e dove il più forte vincerà.                                                                                                                                                       Ma se da un lato l' UE sgrida questo governo, dall' altro non si sa come rimettere il debito e brancolando nel buio forse si peggiora le cose ,piagnucolare e fare la voce grossa in alcune circostanze non serve,aumentando di gran lunga l' agonia che ci è piovuta (anche se da tempo si sapeva come potevano andare i fatti e non si è fatto niente per scongiurare il baratro) . L' alternativa è di rimettere in sesto il debito, un' economia più sana e prosperosa ed ascoltando l' istruzione per l' uso che l' UE ci imporrà e che ci ha sempre imposto, che più delle volte non l' abbiamo ascoltata e fatto i ca**i…

RISCHIAMO DI ESSERE SCHIAVI DELL' EUROPA ,DALLA POLITICA AL CITTADINO

Rischiamo d' avvero di essere schiavi dell' Europa , perché gli ingranaggi infernali che sono sempre in movimento non fanno gli interessi del nostro Paese, ma anzi ogni loro pretesa, ordine, è una mazzata per tutti gli Italiani e non solo. Che sia l' Europa nel comandarci , e che i conti pubblici tornino alla lettera senza sgarrare di un centesimo, una virgola, è sotto gli occhi di tutti e lo dimostra il fatto che "il debito pubblico" è troppo alto e bisogna correre ai ripari  dandoci l' istruzione per l' uso e obbligandoci nel rispettare i patti, oppure rischio penalizzazione e quel richiamo che non promette niente di buono. Chi non avesse ancora capito è l' Europa nel dettare legge e guai nel sottovalutarla e prendersi un po' troppa confidenza con essa, perché si rischia grosso! Pure la politica se fa la voce grossa e picchia i pugni sul tavolo, in fin dei conti cede sul mostro che è l' Europa, consapevole di combattere una battaglia persa …

5 TUTOR PER LUIGI DI MAIO, LA RICETTA AL VAGLIO DI BEPPE GRILLO

Ormai Beppe Grillo non si da pace, e probabilmente in studio ci sarebbe quella di affiancare a Luigi Di Maio ben 5 tutor ,(badanti, soccorritori, insegnanti, come le volete chiamare Voi..) per salvare il salvabile e di quello che è rimasto dopo la batosta delle elezioni europee. Ancora i nomi sono un mistero anche perché  non è certo che la cosa vadi in porto,(ma il solo parlarne mette i brividi)  ne hanno solo parlato tra Di Maio e Grillo, e Di Maio sembra contento. Insomma da tutta l' impressione che Luigi deve prendere lezioni e ritornare di nuovo a scuola per continuare, e non ne bastava uno di insegnanti ma ben 5 che sembra il numero perfetto, come lo sono le dita di una mano. La mia impressione è  che il M5s dovrà trovare altre strade per rinascere, riorganizzare un po' tutto e non fare troppo affidamento su Luigi Di Maio e i tutor che lo affiancheranno dandoli la giusta via. Luigino si doveva farsi da parte dopo la sconfitta, era l' unica alternativa che gli era ri…

VIVIAMO IN UN MONDO MALATO E CI AMMALIAMO PURE NOI....

Non è una questione di febbre, o di un virus contagioso, ma ancora peggiore!  La vita non è tutta rosee e fiori e se da un lato facciamo finta che le cose vadano per il verso giusto, ma quel nodo in gola per la sofferenza rimane anche se non lo si vuole divulgare e spifferare hai quattro venti. Il nostro peggiore male dopo lo stress quotidiano é di essere  depressi al tal punto che la solitudine si fa strada, colpa di una vita stressante, di una delusione fra amici, di una perdita di lavoro, un lutto in famiglia, e tante altre cose dove ci si rintana nel nostro cuscio protettivo per non vedere nessuno. E non sempre il relax se si può  e se ce l' ho possiamo permettere, sia la medicina adeguata, e potrà fare effetto per un periodo, una manciata di tempo nell' attesa che di nuovo si ritorni al tram-tram della vita di tutti i giorni, con la conseguenza di aver tralasciato cose importanti da fare che andranno riprese al più presto.. "perché la vita non la si può fermare a pi…

CHI FARA' FUORI SALVINI METTENDOLI DEGLI OSTACOLI INSUPERABILI ?

Le critiche piovono dando atto che chi ha votato Salvini non era in grado di ragionare, tutte le scuse sono valide per discreditare e mettere in cattiva luce sia Salvini e sia gli elettori, i cosiddetti "cittadini" che non sono stupidi come certa gente le dipinge. Salvini sul carro dei vincitori e tantissimi non ci avevano scommesso neppure un centesimo, ma d'altronde queste elezioni europee hanno dato il modo di rappresentare la realtà, una realtà indiscutibile, ma che nessuno vuole apprezzare,  e i trabocchetti per Salvini saranno all' ordine del giorno, come Luigi di Maio non starà tanto buono e tranquillo cercando in tutti i modi di stroncare le gambe a Salvini. Perché non può fare semplicemente opposizione, ma si spingerà oltre dando fastidio al concorrente vittorioso fino ad una crisi di governo, e neppure dimettersi che per Luigi Di Maio è un rifiuto totale,  non vuole indietreggiare e rassegnarsi alla situazione che  si è creata. Ma Salvini avrà pure da dest…

GRETA THUNBERG DICE LE COSE GIUSTE, DOPO AVERLE ASCOLTATE SALVIAMO IL PIANETA

Greta Thunberg sul TIME.                                                                                                            
Una semplice ragazzina ma con le idee ben chiare, dove ci avvisa che se non facciamo niente ci annientiamo , siamo sulla soglia della via dell' estinzione, malgrado le parole di Greta Thunberg siano per tanti fasulle e  manipolate e che ci siano forze maggiori in campo da farle fare quello che  fà. Ma dopo le lamentele è una via di fatto che per il clima e i cambiamenti non si fa niente, la natura la lasciamo in disparte calpestandola a dovere immettendo sempre più sostanze dannose nell' aria, inquinando, e di tutto questo passa in sordina. Greta Thunberg  ci da solo consigli, e detti da una ragazzina possono incantare da ascoltarla per ore dopo tutto, ma dalle parole che ci siano i fatti e i partiti che facciamo qualcosa di concreto, ma i governi di tutto il mondo devono fare qualcosa per non ritrovarsi al peggio e difficile nel rimediare .Noi u…

LA VITA FRENETICA FA DIMENTICARE COSA REALMENTE SUCCEDE NELLE NOSTRE CITTA'

Nell' andare a lavoro, per gli appuntamenti, per svago, dove ogni minuto risulta prezioso da quanto siamo abituati in quel movimento febbrile, accelerato sia per strada di una qualsiasi via, e in autostrada nel paesaggio urbano che  non constatiamo che  cosa realmente succede nella nostra città di appartenenza. In corsa costante per arrivare in tempo sul posto di lavoro, per un appuntamento già fissato in precedenza, nel portare i figli alla scuola, in una semplice vacanza di un week end o di più ora che iniziano le buone stagioni, ma sempre quella bramosia di fare presto che nella maggior parte ci si distingue. Facendo tutto questo siamo all' oscuro di come si comporta la città e dei vari problemi che ne derivano ,sia nella criminalità, sia nello sviluppo, e sia un evento speciale..( tanto lo leggiamo sui giornali!) sembra il motto di chi guarda sempre in avanti e mai indietro, come se quella città non gli appartenesse perché ha più cose urgenti per il momento. È  forse vero…