NON SOLO È FATTA DI MURATURA, MA È IL GUSCIO PROTETTIVO DOVE CI SI SENTE AL SICURO E FA GRANDE IL NOSTRO INVESTIMENTO...

"Casa mia, casa mia, pur piccina che tu sia mi sembri una badia... " Ad indicare seppur piccola e con i propri difetti, casa propria è sempre il luogo migliore dove ognuno vorrebbe stare.  È  il sogno un po' di tutti di avere una casa di proprietà, dopo i tanti sacrifici fatti e rilassarsi ammirando l' opera prorompente fino alla fine dei giorni e al trapasso;orgogliosi che possa rimanere nel tempo e che indubbiamente che vada all'eredità dei figli... da farne lo scopo della vita. Insomma la casa simbolo di continuità e speranze e senza di esso l' umano non sarebbe pienamente soddisfatto e dove la malinconia avrebbe sfogo,questo nel dimostrare che la casa sia piccola, o difettosa, malandata, ha sempre un valore e dove l' uomo trova il guscio protettivo dove poter essere al sicuro, come lo è sempre stato in passato, molto passato, e lo sarà sempre in futuro. Dentro la "casa" si lavora, si studia, si ricevono visite, si mangia, si dorme, ci si rilassa, e la si tiene sempre pulita e limpida con le faccende domestiche; forse si passa più ore dentro che fuori all' aperto, ecco il risultato di tanta ammirazione e considerazione nell' averne una che ci dia gioia ed entusiasmo nella vita. Se la donna fino a poco tempo fà era la padrona in assoluto, oggi lo è pure l' uomo che pensa alle spese del cibo, fino alle cure domestiche e in grado di mandare avanti la casa quando la moglie non c' è per un lavoro da manager, o altre cose,  si sà le spese sono tante e pure la donna lavora per l' interesse della famiglia e della casa. Sembra che tutto fili liscio quando si ha una casa di proprietà, e uno stipendio da non lamentarsi, e lo può essere se si considera che altri umani si devono accontentare di una casa in affitto, dove lo stipendio basta appena per il mangiare e mensilmente l' importo per restarci in quella casa e non essere sfrattati per morosità. Le due falle della "casa" che può fare il bello e  il cattivo tempo ,e la seconda certamente è sempre una sfida,preoccupazione di avere un tetto sul capo e di saperlo mantenere nel tempo quel tetto!  La casa  per i giovani che si sposano e mettono su famiglia è un vero calvario,(non avendo i genitori che gli donano la casa, e hanno restrizioni economiche da non avere spese ulteriori)  i mutui delle banche sempre più restrittivi, non consentono uno sbocco e sempre non si è considerati specialmente se non si ha da offrire qualcosa in cambio; e la casa diventa un miraggio  un sogno e molte volte non si crea una famiglia appositamente per questo motivo.. "dove allora la casa diventa non soltanto il guscio protettivo, ma un'ossessione nel trovare dove ripararsi ed essere al sicuro " Dopo di che, detto tutto questo, la casa sia che sia un miraggio, un sogno, una cosa irraggiungibile, tutti ci rintaniamo e siamo al sicuro su quel tetto che in qualche modo ci distoglie dalla vita frenetica, ossessiva, logorativa della vita quotidiana, e nel bene e nel male tutti abbiamo un tetto sul capo; guardando le ville di lusso che ci accompagnano nei nostri sogni.. e sognare non fà mai male!  Più le case sono belle e lussuose e più capiamo il comportamento di chi le abita, e dietro le quinte di tutto questo si aggirano indubbiamente cose che noi "normali " non riusciamo a capire, da quanto può essere ingarbugliata tale faccenda e dei loschi giri come siamo abituati in Italia. 

Commenti