LA BACCHETTATA DA BRUXELLES PER IL NUOVO GOVERNO CHE DOVRA' NASCERE...

Se dall'Unione Europea è  forte la preoccupazione che il nuovo governo rispetti in pieno gli accordi in precedenza (sia sui migranti e conti pubblici) dall' altro questo stallo in atto dove ancora fra Di Maio e Salvini non c' è accordo, fa ulteriormente irritare UE; e non può essere altrimenti!. Se i due leader  in qualche maniera contrastano quello che da Bruxelles vogliono, non andranno poi così tanto lontano; perché anche se non piace essere bacchettati, e prendere ordini l'ultima parola l' avranno sempre quelli di Bruxelles e che questo sia chiaro. L' Italia non se la passa bene e il debito pubblico aumenta vertiginosamente e prima o poi lo si dovrà fermare, o si rischia il collasso ,e tutto questo spaventa l' Europa e come può essere il contratto M5S-Lega e di quel tavolo sulle trattative ormai fuori controllo. Se l' Europa ci guarda, ci scruta, ci impone certe determinate cose, ci sanziona, è perché ormai la fiducia è andata a farsi friggere, e la politica con essa; dando una cattiva luce sull' Italia in questi 20 anni dove si sono susseguiti i governi e non tutti con l' approvazione del popolo. Il prossimo governo deve togliere tutte queste lacune formate negli anni, essere sano e prosperoso e se 5 anni non si riesce in tutto questo allora vogliamo proprio male all' Italia!  E allora  l' Europa avrà sempre di più da bacchettarci e darci le lezioni a casa dove  sarà un ulteriore vergogna da non sottrarsi alla sorte. L' Europa può fare il bello e il cattivo tempo, tutto sta di come la si vede e la si giudica, ma anche se non ci piace fa parte integrante su ogniuno di noi, e guai a ostacolarla ,anche perché l' abbiamo scelta ,apprezzata, votata, ed ora cancellare tutto per tanti risulta" off limits " ma lo sarà davvero?.

Commenti