NELLA GIUSTIZIA ITALIANA SUCCEDE PURE QUESTO.... | È ORA DI CAMBIARE !

...Succede che un poveraccio che per puro caso nel rubare una mela e difeso da un' avvocatuccio da pochi soldi, finisce in galera o ai domiciliari. Invece pezzi grossi con i migliori avvocati,  ma anche parlamentari possono stare tranquilli perché saranno in una botte di ferro, e per loro la prigione non la vedranno assolutamente.  Questi ultimi non si accontentano di rubare una mela, ma andranno al sodo e fra appalti truccati, estorsione, finanziamenti illeciti ,corruzione  e tanto altro per rubare i nostri soldi da mettere in ginocchio l' Italia,  ma di tutto questo si sorvola. Forse è meglio dire: " chi osa di più e le fa più grosse è bravo se protetto dagli altri " per il restante dove l' onestà sembra fuori moda sono i primi nel cadere per non rialzarsi più.                          La riforma della giustizia serve ma con uno spirito di serietà che oggi manca, e non sono solamente i processi lunghi e di quei tribunali intasati di scartoffie, e nell' entrarci dentro si può avere paura come di un mostro che ci può assalire da tremare dall' inizio fino alla fine. Se la legge è uguale per tutti allora perché ci sono due pesi e due misure diverse, perché si commettono ingiustizie, perché giudicare è così difficile e da quelli sbagli non paga nessuno? Questi "perché " anche se sono troppi andrà prima o poi trovato il nodo della matassa, risolti, anche se domandandoci pure il "perché " un' altra volta, di non averci pensato prima per non ritrovarci nel discuterne della cattiva giustizia ancora una volta. È  un dato di fatto che in prigione ci sono degli innocenti, sia perché non si è sentita accuratamente la loro voce della loro innocenza, sia perché non si sono fermati alle prove e le hanno escluse, sia una lettura della legge che la hanno camuffata e interpretata come volevano ma sempre nello stare attenti nel cambiarla definitivamente, e dove sono stati sempre in tema da non penalizzarli. Eppoi un giudice, l' atmosfera del tribunale per chi non la può aver vissuta sarà difficile immaginarla, dove uno è solo e gli altri sentenziano le tue sorti senza dispiacersene e avere i sensi di colpa dopo. Incominciare ad non fare una giustizia odiosa, illeggibile, oscura e nel riportare felicità sui cittadini è molto importante, insomma da averne fiducia e di un traguardo importante dove si sarebbe risolto tutto o quasi . Indubbiamente tutto questo non basterà, ma si comincerebbe alla riforma della giustizia che tanto si parla, ma che in realtà non si sa come farla, se si pensa solamente nel ridurre i tempi dei processi, e di far pagare chi sbaglia, che certamente non porterà a niente anche perché sbagliano tutti e non penso che tutti vorranno pagare. Se si pensa di mettere delle pezze dei rattoppi di una giustizia ormai danneggiata non si fa altro che peggiorarla , ci vorrebbe riformarla dalla radice con le migliori intenzioni, e fare tutto un po'  nuovo, dopo che gli si è stato dato troppa carta bianca e potere e dove oggi risulta difficile levarlielo e dove saranno guai in quella retrocessione forzata,ma necessaria. Ritornare alla fiducia nella giustizia è il primo passo , dopo che ieri ed oggi si è persa e le cause sono infinite, ma non possibili nel trattare e nel risolverle e molta pulizia andrebbe fatta per eliminare quello non necessariamente utile. Ritorniamo "alla legge è uguale per tutti " bella frase è può avere senso,  ma questa volta deve essere credibile e saremo più felici tutti !

Commenti