RENZI E IL SUO NUOVO PARTITO "ITALIA VIVA " | NON PROMETTE NIENTE DI BUONO

Matteo Renzi L' ex rottamatore fonda il suo partito col nome "Italia Viva " , ma quella sua scissione dal PD (che nella maggior parte non piace agli italiani, e non piace neppure a Conte e Zingaretti, dove senza dubbio esce dal PD dalla porta per poi rientrare dalla finestra alla prima occasione, da sorgere molti dubbi ). Lascia alcuni uomini fidati dentro al PD, da consentirli di avere sempre una voce al riguardo e di far fuori Zingaretti una volta per tutte, con l' intelligenza e la furbizia che possiede e il rebus sarà di quanto e dove si potrà spingersi per riprendersi quello perso !. Naturalmente il governo Conte 2 non potrà dormire sogni tranquilli, come la disapprovazione di Beppe Grillo, e di Salvini ,da mettere in luce un quadro che non promette niente di buono sulla scelta di scendere di nuovo in campo di Renzi, da sconquassare o meglio "scombussolare" le carte del gioco del quale si stava giocando. Insomma l' ex rottamatore è tornato di nuovo ,dopo una lunga assenza e dove non si sentiva parlare più di lui ,adesso è tutto cambiato evidenziandosi,  il suo desiderio più forte , dove i media lo seguiranno senza batter ciglio. È dall' informazione che prende la risorsa vitale, l' energia per essere più forte, e nella sua folle corsa sarà quasi tutto spianato da non avere inciampi, dopo che in Italia ci sono troppi partiti e poche idee che funzionano all' occorrenza, dove parlare il politichese attira a tal punto che tutti vorrebbero farne parte, ( no assolutamente quelli con un po' di cervello in più e che grazie a Dio esistono!) .Il fenomeno Renzi deve accaparrarsi di nuovo l' élite ,gente che conta, i poteri forti, come ha sempre fatto anche quando era al governo, ma attenzione alla prima occasione del flop, dello sbaglio, tutto questo cessa di esistere e per loro Renzi diventa una nullità e da mettere dietro l' angolo con tutte le conseguenze che ne possono derivare, e che non saranno indolore. Si, perché quella di allontanarsi dal PD e di fondare un partito, c'è lo zampino di altri, e non credo che sia venuta dalla testa del l' ex rottamatore, e che sia obbligato nel farlo?.  L' Europa che conta è pure questa e non c'è da stupirsi più di tanto, e che prima o poi la storia verrà a galla ma a quel punto sarà troppo tardi. Indubbiamente il suo compito sarà di sbaragliare e mettere zizzania un po' su tutto, "oggi è nero e domani è giallo " come è consuetudine nel suo carattere, (il lupo perde il pelo ma no il vizio) è  proprio da questo che nei prossimi mesi vedremo le sue mosse,e da sapere dove va a cascare! Però non è bello sapere che un personaggio come Renzi possa nuocere a questo governo, oppure ad una determinata classe politica solo per i propri interessi e tornaconti ,lui che aveva sempre detto che i partiti erano troppi in Italia e non ne avrebbe fondato uno, semmai rafforzato il PD che gli stava a cuore,  le parole si rimangiano , ci si scorda facilmente del passato (ma pure dopo il flop del suo governo e del famoso referendum,  giurava che avrebbe abbandonato la politica definitivamente ) .Promesse non mantenute e allora come fidarsi di Renzi!


Commenti