PERDERE IL LAVORO "UCCIDERSI PER QUESTO !"

Il lavoro è fonte di orgoglio , di benessere e soprattutto di sopravvivenza, dove con il carovita non ci si fà più a sbarcare la fine del mese, ma almeno qualcosa sotto i denti ci mettiamo, e qualche se misera soddisfazione l' abbiamo sia per Noi e sia per i nostri figli. (E per soddisfazione intendo andare almeno una volta al mese al ristorante, alle feste, e mandare i figli a scuola con tutto il corredo indispensabile, spendere per internet e navigare in rete...) ma senza scialare troppo perché lo stipendio è quello che è!  E senza dubbio non si pensa ha chi avendo perso il lavoro si priva di tante cose fondamentali , e quella famiglia sarà di peso da non sapere dove battere il capo per poterla mantenere; e qui sorgono i problemi enormi che la società e la politica si girano dall' altra parte come se il problema non fosse reale. La nostra consolazione è di leggere sui giornali le notizie di cronaca e sempre sono zeppe di imprenditori che si uccidono per non sapere come pagare gli operai, oppure rinunciano a pagare le tasse per pagare gli operai ,ma pure operai che hanno perso il lavoro dove la depressione aumenta fino ad non esserci più con la testa ; e come non darli torto, dove il fatto di cronaca passa così velocemente che tra un paio di giorni o forse più non ci si ricorderà più nulla ,indaffarati a pensare per sé stessi e alla costante ricerca della felicità a scapito di chi non la vedrà mai anche perché sarà sotto terra con una croce tanto per avere un numero, uno dei tanti in questo mondo di mer** . Oggi come oggi non è tanto avere un lavoro ben retribuito e che piace, ma lo si può perdere in un batter di ciglia se non si sta attenti, colpa di leggi e sindacati allo sbaraglio che non proteggono il lavoratore come dovuto e non avendo  voce grossa e potere che si crea sempre più scompiglio sui lavoratori e sui diritti dell' umano; dove chi è morto e dovrà morire ancora è una pagina a parte archiviata da non sapere quando la si potrà rivedere. Indubbiamente i miei post sono duri, ma rispecchiano la verità, una verità che tanti non vorranno vedere; e cosa me ne importa!  Tanto fin che avrò vita dirò sempre la mia opinione, vedendo tutte cose che non tornano e dando atto del menefreghismo di tanta gente che vive tra Noi e il loro silenzio non ci aiuta per niente! In un Paese civile e Democratico il lavoro ci dovrebbe essere per tutti, avere le proprie soddisfazioni ed essere orgogliosi di vivere la propria vita... "il lavoro è la base che ci rende felici, non averla tutto diventa nero e da qui' che tutto ha un inizio e una fine! "/

Commenti