IN ITALIA SI DIGERISCE TUTTO, PURE UN GOVERNO PESANTE COME QUELLO ATTUALE

Nell' abbuffata di riforme, leggi, tasse, menzogne ,burocrazia, che il comune cittadino giornalmente ha sulla propria tavola, da schifarne un po', però non rinuncia nel non mangiarle anche se dopo sta male e la pancia si è gonfiata. Sarà che ormai è così abituato alle sorti della politica, di un governo che in tutti  i modi la deve far pagare a tutti coloro che stanno zitti e si ingozzano di porcherie,  e dove di quella tavola apparecchiata dove le schifezze abbondano il consumatore non fa altro che assecondare il gioco che è in atto,consapevole che gli è rimasto solo l' ingozzarsi e subito dopo la pennichella per dimenticare tutto, o quasi. Ma un bel digestivo per la pesantezza allo stomaco é difficile trovarlo e magari una corsa all' aperto per smaltire i grassi in eccesso, ma non se ne fa nulla perché allora che la testa si metterebbe in moto ,e i pensieri verrebbero a galla e di quei tanti "perché " ci si riduca in quelle condizioni e se c'è un' alternativa per non farsi del male. Ma nel bene o nel  male , nella buona e cattiva sorte si prende quello che ci danno e senza fare storie, magari riempiendoci di litri di digestivo che peggiora più le cose, convinti di fare una cosa buona e giusta, dopo di che i tranquillanti per farci vedere un' altra prospettiva della vita. Ma quale prospettiva! Se si vedono pure i "ciuchi che volano" da non meravigliarsi più di tanto, e delle possibili cause del loro volo, e di quella vista e interesse persa come di rassegnarsi alla vita quotidiana e gli avvenimenti che si susseguono a ritmo sfrenato. Non sto qui di certo nel colpevolizzare chi nel "digerire tutto " pone la propria vita e ideali come punto di riferimento da non trovare altri spazi, ma sto dicendo :" che si sta dormendo troppo, e acconsentire tutto nel digerire il più possibile il governo che ci tira una spallata, e ci fa cadere con le sue mille acrobazie da Circo... oggi come oggi è impensabile ". Indubbiamente la sovranità, i nostri diritti, i nostri valori l' abbiamo persi pure per questo, essendo stati troppo superficiali, troppo lontani dalla realtà che ci circondava, e aver preso per buono una politica che ci può aver dato le caramelle per farci stare buoni, inconsapevoli dei loro trabocchetti. Ma domandiamoci se oggi ne vale la pena di continuare?

Commenti