IL 14 AGOSTO 2018 IL PONTE MORANDI CROLLA, UNA SCIAGURA PER GENOVA

Il primo anniversario del crollo del ponte Morandi che il 14 agosto 2018 ha fatto 43 vittime, ferita la città di Genova e scioccato il paese intero, e del perché sia potuto succedere. Interrogarci delle probabili cause che hanno portato alla sua caduta, rimane la cosa prioritaria in modo che non risucceda più, ma indubbiamente sarà sempre avvolto da un alone di mistero, cattiva manutenzione o nulla, difetti di fabbricazione anche perché era il primo precompresso o comunemente "cemento armato",calcoli di progettazione errati e test di collaudo insufficiente, sono tanti i motivi dove l' opera non è andata per il verso giusto. Nulla è eterno in questo mondo, ma la strage e il crollo del ponte la si poteva evitare, intervenendo prima che ci fossero dei morti, e scioccare il paese dove rimarrà per tanto tempo la paura e l' incertezza di altri ponti e della loro manutenzione. Come possiamo dimenticare le 43 vittime, non lo possiamo fare!  Ed è anche per questo che il 14 agosto sia una giornata da ricordare, da onorare, dopo che quel che ne era rimasto del ponte e stato distrutto definitivamente e le macerie portate via, ritrovandoci quel senso di vuoto che ci fa stare male, e di un ponte che non esiste più e come di vite umane. Parlarne ci incoraggia nell' andare avanti, sia con mille difficoltà, monitor dove cose di questo tipo non devono più esistere oppure abbiamo perso quel cammino della salvezza e perdendo i pezzi.

Commenti