SIAMO SOLO BURATTINI IN MANO DELLA POLITICA "L' ITALIA DI IERI E DI OGGI "

Nella "politica " se è quasi tutto è permesso lo si vuole Noi, non è fuori luogo diventare dei burattini, fantocci, in mano alla politica che ci guida e ci dirige in qualsiasi posto per giunta sfavorevole, e senza per questo lamentarsi più del dovuto. Siamo così abituati da questo sistema che non ci viene in mente altro per ricorrere ad altre situazioni e mettersi nella cappa della sicurezza, ed non essere bersagli facili e per giunta telecomandati a distanza. Anche dai giornali che costantemente ci tengono informati e dove la "politica" è in bella mostra, in realtà sappiamo il necessario, e poveri giornalisti che si affannano nel ricercare la verità, nel scovare dietro le quinte di una "politica " sempre più affannosa e problematica e incerta, da lasciare molti dubbi e incertezze e perfino dannosa in certi casi. Eppure i politicanti e gli addetti dei lavori si nascondono bene per non far trapelare i loro veri interessi, giochi di potere che i comuni cittadini non si immaginano neppure, dando un fattore esclusivo della politica e dei politicanti da farne il loro trofei ambiziosi da rimanere attaccati all' infinito. Certamente tutte cose risapute ,ma all' occorrenza rivangarle e di nuovo metterle alla luce del sole,( anche per non essere presi in giro) ci da quel senso di gratitudine e dopo si penserà il daffarsi, che certamente non si concluderà nulla come sempre! Infatti se dalla politica non c'è ne capo e ne coda e molte volte votiamo quel qualcuno e quel  qualcosa che ci rappresenti e ci dia fiducia , rimarremo sempre con la bocca asciutta, mille e più interrogativi e tanto disgusto dopo di aver dato quel voto invano, e non contando la perdita di tempo e l' illusione di ritrovarsi di nuovo d' accapo. Ma una cosa è  certa, che ogni singolo partito è incapace nell' affrontare i problemi dei cittadini, non riesce ad entrare nelle teste della popolazione, non sta con loro, non si approfondisce buttandosi nella mischia del quotidiano, e si preferisce starsene seduti comodamente in un ufficio vellutato, con tutti i servizi che il potere si è creato da sempre. Sono molteplici gli aspetti che ormai dalla "politica " non possiamo avere più fiducia, (e quell' accontentino che ci danno, non possiamo essere felici e contenti, ma al contrario ci viene il dubbio che veramente in fin dei conti non contiamo niente, siamo solo pedine da muovere all' occorrenza e nelle circostanze più adeguate) . Più delle volte, non si capiscono neppure loro, e dare una facciata che rassicuri diventa sempre più difficoltoso, ma d'altronde quella "politica" di bassi profitti e che sempre brancola nel buio non può rappresentare l' Italia, (o almeno leviamoceli di torno una volta per tutte, fanno solo casino dove già è casino, aggravando ulteriormente la faccenda da non poterne più) .Governi su governi, Premier su Premier, ministri su ministri... giorno dopo giorno hanno sfilato nella gran moda di "sfotterci" inconsapevoli dei danni che hanno creato, o se invece se lo immaginavano hanno dato un'accellerata per fare ancora più danni, che iella per chi ci crede ancora e fa finta di niente! . Mio Padre mi ha sempre detto questo :" La politica non ti avvicinare, è un serpente che morde da lontano, e gli antidoti non ci sono sul mercato! ".Indubbiamente della "politica " non ne potremmo farne a meno, ma cambiarla in meglio quello si, e occorre estirpare le vecchie erbacce, per rimetterle di nuovo, e che quel prato sia rigoglioso e attraente e magari spesso tagliare l' erba più alta.

Commenti