DI MAIO, SALVINI, CONTE, E LA PAURA DI PERDERE LE PROLTRONE DOVE SONO SEDUTI.

Luigi DI Maio,Matteo Salvini,Giuseppe Conte, hanno una grande paura di andare a casa, perché dopo aver assaporato quel potere, dei privilegi e delle luci della ribalta, se in un attimo finisse tutto si ritroverebbero miseri e spogli da non sapere dove battere il capo. Per questo cercheranno in tutti i modi di scongiurare una crisi di governo, e andare di nuovo al voto significherebbe far rafforzare ancora di più Matteo Salvini ,mentre morirebbe Di Maio e il M5s , questa è la verità e non si può far finta di niente! Giuseppe Conte nella conferenza stampa ha fatto capire che se non esiste un dialogo fra Salvini e Di Maio può andarsene, e una crisi di governo s' avvicina,  mettendo una toppa al vestito, ma non sarà mai come un vestito nuovo,  e come mai non l' ha detto in Parlamento!  Ma solo hai giornalisti come se quelle parole fossero uscite sottotono e deboli da far pensare che realmente non volesse uscire di scena, ma semmai proteggersi ulteriormente. Questa è  la casta, e quelle poltrone per loro ritenute comode, non sono all' apparenza per Noi,  e scrutiamo i loro comportamenti, e raggiri, dove non sempre sono limpidi e alla luce del sole da non capirci più niente, ma  d'altronde il potere porta sempre confusione. Salvini e Di Maio sono stati diverso tempo del quale non si parlavano, si ignoravano, compromettendo la sorte del Paese e dei mille problemi , tenendo sulle spine la popolazione che guardava l' evolversi giornaliera della situazione dove la Lega e M5s si sfidavano in duello. Ora gli aspetta che diano il meglio di loro stessi, trovare le strade giuste per non fare il botto e ritrovarsi senza niente tra le mani, e magari con la faccia per terra, perché la loro più grossa paura è questa fine quì da non lavorare serenamente ed avere sempre la confusione in testa,da scordarsi dei poveri cittadini.

Commenti