Passa ai contenuti principali

- ---------- LO SFONDO DEL MESE -----------

- ---------- LO SFONDO DEL MESE -----------
- Una crisi di governo che la si poteva evitare ...-
.

GOVERNO :" SE DOVESSE CADERE NON SENTIREMO LA SUA MANCANZA "

Ma davvero è così difficile governare in Italia e dare delle risposte certe sulla popolazione?  Una domanda che mi sono chiesto un'infinità di volte, e ogni volta mi trovo in difficoltà nel rispondere (ma non per questo mi posso arrendere), dopo che questo governo attuale sembra essersi rallentato notevolmente. La popolazione ha fame di riforme e leggi adeguate per avere almeno una boccata di ossigeno, (forse è chiedere troppo!). Ma l' impossibilità di farle blocca un po' tutto, e si vive nell' attesa che qualcosa possa succedere e quel lampo di genio venga avanti. La confusione è tanta, non si sa se il governo muoia o rinasca all' improvviso, se le incomprensioni siano finite oppure sono solo all' inizio, e mi rivolgo su Di Maio e Salvini ma pure Conte che hanno un peso enorme sul governo e le scelte che dovranno fare. Capisco che l' Italia e i governi che si sono visti in passato hanno lacerato notevolmente il Paese, e di quelle lacune e sbagli ora sono sulle spalle del governo Conte e in qualche modo le deve correggere, annullare, fare di nuovo, e la cosa non è poi tanto semplice come si crede, ma provarci deve risultare la priorità e non dormire sugli allori che non porta da nessuna parte. Il governo e il primo anno di vita dove tra incomprensioni, litigi, prese di posizione, non si è concluso nulla o poco e più che altro si è aspettato che le cose potessero migliorare, fino alla conferenza stampa di Conte di pochi giorni fa dove il Premier dettando le sue condizioni ...e dove qualcosa sembra che abbia dato effetto per continuare e non andare a casa. Il governo si deve risvegliare e fare le cose che in campagna elettorale aveva promesso, lo deve alla popolazione che tramite il voto sono seduti sulla poltrona di spicco e importante,  e questo loro privilegio deve essere ricompensato o altrimenti il baratro si avvicina. Perché anche se si è sempre in campagna elettorale, questo non deve influire sui problemi del Paese ma anzi impegnarsi ancor di più e dare la felicità alla popolazione ,non si può inseguire sempre le statistiche, il punteggio più alto, la notorietà, il potere da farne un trofeo ed esibirlo agli Italiani per il solo scopo di apparire,   se da tutto questo porta via solo energie, tempo, da lasciare indietro nel rimettere in sesto l' Italia e i problemi Italiani. Certo non si va da nessuna parte se non si inquadra bene quale siano i problemi reali del Paese, sono così tanti che non si sa bene quale siano quelli da mettere sotto luce e quelli da mettere in luce evidenziandoli bene, e più che si aspetta e più si complicano e ne vengano di nuovi come da un rompicapo all' infinito. Non è  tanto spronare il governo nell' adempiere i propri doveri e nel risolvere i problemi in atto, ma non per finire nelle mani del Colle (il Presidente della Repubblica) che vedendo la situazione in atto, e constatando i problemi con l' Europa e il debito pubblico alto, dia le redini ad un governo tecnico provvisorio (come lo è stato Monti) per dare ossigeno e un po' d' aria alla povera Italia. Sperando sempre che non si arrivi a tanto, ma questo governo non può avere fiducia dell' Europa, e l' Europa non può avere fiducia di questo governo,  e le speranze sono minime per riconquistare la fiducia da entrambe le parti, che già una crepa si è già aperta (delle tante che ci sono). O questo governo si rimbocca le maniche e lavora duramente, oppure vadi a casa perché non possiamo più traccheggiare e perdere tempo e intanto i problemi si accumulano, e convincere l' Europa bisogna dare i fatti e non più parole che svolazzano di qua e di là senza una meta ben precisa. Il gioco d' ora in avanti si fa duro e che pensavano che sia stato semplice e vincere di più  !                                            
 Salvini e quando lavora se è sempre in giro! 




Commenti

MARCOALLANTI.COM

MARCOALLANTI.COM
L' INFORMAZIONE DI TUTTI

POST PIU' VISUALIZZATI

SALVINI E DI MAIO , NON SI STANCANO MAI DI LITIGARE E INTANTO...

Sotto gli occhi abbiamo sempre quel teatrino dei litigi e incomprensioni fra Salvini e Di Maio ,come se tutto questo arricchisse un copione duro nel morire e dove ne viene fuori un quadro raccapricciante. Stanchi di vedere un governo ridotto sempre in una crisi permanente e dove i contrasti e le divergenze volano bassi fra i due contendenti da farla sembrare una bomba che può esplodere da un momento all'altro. Si può parlare di divorzio, di staccare la spina, tutte cose che possono venire a galla in preda alla rabbia, delusione,  ma subito dopo nulla succede e si ritorna sulle proprie file senza scomporsi non più di tanto, gli effetti di voler rimanere attaccati alla poltrona. Ebbene sarebbero quelli... (Salvini e Di Maio) che dovrebbero risolvere i problemi dell' Italia, e come poterlo fare se tutto il santissimo giorno litigano, fanno il muso, si tengono a distanza, divergenze comprese da dubitare del loro operato. Si, se sono stufi loro figuriamoci Noi ! Che da quel loro t…

PORTI CHIUSI "LA VOCE GROSSA DI MATTEO SALVINI E I MIGRANTI INDESIDERATI "

(Se L' Italia si spacca in due), e se da un lato l' ira di Salvini nel mantenere i porti chiusi per non avere quel flusso di migranti indesiderati e che fa felici molti italiani ,dall' altro lato abbiamo chi odia Salvini e inevitabilmente tenere i porti chiusi non può servire e alimenta tensioni e scaramucce. Le due opinioni che contrastano fortemente il destino dell' Italia e di quello che si può andare incontro se non si cambiano le idee e si va per una strada unica , e sia ben chiaro che non si può remare contro se non si ha un quadro ben preciso della situazione, e in questo tempo la situazione sembra sfuggirci di mano, riprendiamola...!  Non si può accettare che il nostro Paese sia il crocevia di tante persone, di tante razze e ideologie, e che ripetutamente le barche e navi sbarcano una folla, sia bisognose e affamate, ma che levano sostanze nutritive ed energie sugli Italiani che non hanno colpe se non quelle di vedere invase le loro città e di averne paura in …

FERROVIA TORINO - LIONE, CONTE DICE DI SI ALLA TAV

Conte dice :" Che non farla costerebbe molto di più " contrastando le vedute dei "No Tav" e di tutti coloro che invece sono convinti che non costerebbe niente sul lato economico. Indubbiamente il Premier Conte pare che sia ben felice di quest' opera grandiosa, come lo è pure Salvini , non lo è affatto il M5s con un Di Maio e un Beppe Grillo incazzati al massimo e  d'altronde come darli torto. (Il tunnel della discordia, dove non si avevano le idee ben chiare fin dall' inizio della sua nascita, sfociando in discussioni e guerriglie ,ed oggi siamo di nuovo col nodo in gola fra un SI e un NO che divide non avendo risolto il problema definitivamente ). La Torino-Lione costo 8,6 miliardi di euro e dove il 40% è confinaziato dall' Unione Europea  ,mentre il 35% a carico dell' Italia  , e solo il 25% dalla Francia e questa percentuale la dice lunga!. Ma le cifre possono dire e non dire, se la corruzione e altri fattori si fanno strada su quest' op…

PAOLO BORSELLINO E TUTTO QUELLO CHE CHIEDEVA NELL' 84

Vengono fuori gli audio di Paolo Borsellino dell' 84 e non più segreti, (via il segreto da archivi della Commissione Antimafia,  e c' è  da chiedersi perché proprio in questo momento!). Un Borsellino che si lamenta di non avere un computer per lavorare, di avere la scorta con auto blindata solo di mattina, così la sera è più possibile essere ammazzati... lavororare anche 18 ore al giorno mentre per gli atri gli straordinari non le facevano ,sono queste cose che lo preoccupano  e lo dice chiaramente senza giri di parole alla Commissione ,ma ormai se sono passati anni il suo lavoro e immagine è sempre viva. Indubbiamente i magistrati del pool nell' 84  non se la passavano tanto bene, e di una Sicilia che comandava e forse pure troppo, dove la minaccia si annidava in ogni angolo e piazza e coi boss che padroneggiavano. Sentire la voce di Borsellino fa  effetto ricordando la fine che ha fatto, ma pure rallegra che è ancora tra di Noi e sembra parlarci come fosse un grande ami…

DEVE ESSERE DURA PER MATTEO SALVINI GOVERNARE, OPPURE NO !

Forte del 40% dei consensi degli italiani, Salvini non molla e va dritto per la propria strada, (sia da solo) dove i migranti sembrano la sua ossessione da farne una battaglia personale, e poi c' è da dire pure che il popolo italiano non ne può più dei clandestini, migranti, e di essere la pattumiera e il crocevia di poveracci e di gente senza scrupoli. Indubbiamente Salvini cerca di entrare nella testa della popolazione, e facendo questo i consensi saranno assicurati, perché prima di staccare la spina al governo cerca di accaparrarsi i consensi, fino nel farsi diventare "il salvatore dell' Italia " - "o semplicemente farsi ricordare come un uomo  che non chiede mai , tutto d' un pezzo,  ma lo sarà mai? " Se si gioca solamente per i porti chiusi, i migranti di non accoglierli, la voce grossa all' Europa, abbassare le tasse, riforma della giustizia , certamente che gli italiani lo applaudiranno e avrà lo scopo di non mollare. Salvini però cose dette…

L' ESTATE CALDA DEL GOVERNO, SCERVELLARSI CONVIENE ?

Non è questione di temperature alte, di afa, e di non respirare bene anche se siamo vicini e condizionati da tutto questo,  ma rompersi la testa intorno a una questione complessa, difficile e confusa sullo sviluppo di Matteo Salvini e del governo sempre più in bilico e dove non si vedono spiragli all' orizzonte da domandarsi veramente che senso abbia interrogarci ,e preoccuparci degli aggiornamenti costanti che abbiamo sotto gli occhi , e per puro caso Matteo Salvini è sempre in palcoscenico da far parlare di se più del dovuto.                                                                                                   Un' estate bollente, sia del clima e sia di politica e dove Matteo Salvini tiene duro, e fra chi lo vorrebbe farlo decadere e farlo scendere a ruzzoloni dal  podio ,si respira un' aria pesante ,incerta ,e dove il governo vive ora per ora, giorno per giorno, in attesa di nuovi sviluppi che non saranno mai quelli desiderati.  Se tutti sono contro Salvini …

IL FATTO QUOTIDIANO E LE OLIMPIADI MILANO-CORTINA 2026 ," UN GIORNALE CHE CI PORTERA' SCAROGNA "!

Hu Se L' Italia è in festa per queste olimpiadi milano-cortina 2026 , non lo è  per "il Fatto Quotidiano" che è  da ben due giorni che mette in prima pagina l' evento, un giornale che tra cifre, opinioni, punti di vista per gufare contro, e complotti di ogni genere non gli va giù senz'altro che queste olimpiadi si faranno. Anche perché nel sentire Di Maio non era il caso di farle, e un Marco Travaglio che si rispetti non va contro su Di Maio ,ma semmai gli sta vicino in tutto e per tutto , demolendo un Salvini che invece canta gloria , e pure sulla regione dove si sviluppa l' evento c' è  molto da discutere. Insomma hanno molto da arrabbiarsi quelli che volevano e vogliono tutt'ora un Italia tranquilla, senza beghe, e non fare niente per arricchirla, ma semmai darli il colpo di grazia alla fine. Convincere chi legge il giornale sembra una cosa prioritaria, dare ardue sentenze ,fare la voce grossa con cifre, risultati creati appositamente per l' oc…