IL MONDO CI GUARDA CON OCCHI SOSPETTOSI

Un oceano di pettegolezzi,di sospetti,di ingiustizie dove nessuno può essere al sicuro, e vengono proprio dal mondo che ci guarda e ci scruta senza che nessuno se ne accorga. Il mondo ci guarda e ci giudica forse anche troppo: "può essere un bene o un male..chi lo sa'!" Un esempio: " i paesi esteri che visitano i miei blog sono 77 , non sono niente confronto ad un giornale online e di visite  giornaliere ne ha per 50 volte le mia ....e da questi che i paesi esteri prendono come spunto,punto di riferimento, notizie che fanno dell 'Italia un po' tutta da ridere e dall'altra una preoccupazione di come stanno i partiti in queste prossime elezioni e di chi è il preferito,anche con qualche dubbio in proposito". Tra i giornali,i blog ,e altri che di informazione parlano,la notizia vola lontano fuori dai nostri confini per immergersi fra culture e ideologie e linguaggi diversi; che fanno di internet e lo smartphone il modello della nostra vita. Indubbiamente è più probabile che sfugga qualcosa a noi italiani, che all'estero...e tra i parlamentari, Presidenti della Repubblica, i partiti che hanno visitano altre nazioni certamente saranno stati un pò imbarazzati per non dire intimoriti che"i panni sporchi in qualche modo siano corsi oltre oceano e più là"! Facendo di tutto questo una barzelletta oppure una preoccupazione,da fare dell'Italia un palcoscenico unico e irripetibile. Io dico: come potremo essere credibili ,battere i pugni sul tavolo, fare scelte e pretendere che si facciano in Europa o nel resto del mondo se partiamo subito col piede sbagliato e dai giornali o blog,o altri... facciamo intendere che siamo deboli,indifesi ,e di una politica allo sbaraglio e di un sociale ancora di più!. Ogni cosa che pubblichiamo, più che altro balle , litigi,incomprensioni... vengano lette da altri e "gli altri" sono il mondo che ci circonda, e chi lo visita e lo apprezza, e va in vacanza...( se si vuole andare oltre e lo si usa per scopi di politica e lavoro allora che sono guai seri!) E chi sostiene che" quel mondo che ci guarda e ci giudica" non è un problema... forse non ha scheletri nell'armadio o forse non ha bene in mente la globalizzazione , l'Europa e il loro volere ; ma anzitutto non possiamo più lavare i panni sporchi in famiglia perché la famiglia si è allargata di miliardi di individui; e penso che non saranno contenti di lavare i panni sporchi al posto nostro!".                                                      

Commenti