NEPPURE LA MORTE CI PUO' SEPARARE..! "LA PERDITA DI UNA PERSONA E LE CONSEGUENZE "

Una donna è diventata oggetto tempo fa delle attenzioni del web e di una fotografia diventata virale che la ritrae assieme al figlio mentre entrambi si trovano distesi sulla tomba del marito. L' uomo era un militare statunitense morto in missione, e la vedova si trova nel cimitero, sdraiata su un telo che riporta l' immagine di Lei sorridente con il suo uomo. Il bimbo, di pochi mesi di età, dorme in un ovetto accanto a Lei. Come non deve essere accantonato questo strazio ma ripresentato sempre per come "l' amore non può avere limiti e ne confini " La morte di un marito, di un figlio non tutti lo possono accettare e più delle volte si muore con loro, senza fare scalpore e mostrare una fotografia sul web della sofferenza accusata; anche perché si soffre così tanto che vivere non lo si vuol più!  La crudeltà della vita ci porta ad essere non più una coppia perfetta, levandoci quel palo e sostegno nell' andare avanti e in tutti gli effetti si rimane soli, da non aggrapparsi a niente e di una vita vuota e senza senso. Questa donna (della foto sopra)  si può aggrappare al figlio piccolo, ma non sarà mai soddisfatta come se avesse ancora il marito vivo; la sofferenza si potrà alleviare ma la foto del marito gli rimarrà in presso per sempre, non fà una piega di come potrà essere il suo futuro. Che il voler bene ad una persona, e quell' amore grande, grande, fa pensare che quel distacco e quella perdita la vita non potrà essere più la stessa, se poi si era tutt' uno da respirare contemporaneamente insieme e condividere il sapore della vita stessa ..." e gli anziani e le persone più deboli sono le loro crocifissioni " . I ricordi si fanno più lucidi e quello che ci rimane fra foto, video, oggetti cari si è sempre nell' ammirarli, osannarli per quell' amarezza di un destino che non si era mai previsto e voluto,"anche perché come io e pure tante altre  persone hanno avuto delle perdite e dopo parecchi anni il pensiero è sempre lì sui ricordi e di quello che non si è potuto fare! "  E quello che non si è potuto fare come ad esempio :" rimanere insieme fino alla vecchiaia, vedere il proprio figlio mettere su famiglia e avere una vita felice, oppure quel tragico destino di un incidente automobilistico dove fra i coniugi uno si salva e l' altro muore,  sono molteplici le occasioni dove ci si sente in colpa, ci rattrista, ci annienta fino all' esasperazione e di una sofferenza atroce " Allora quel cimitero, quella lapide la onoriamo, ci portiamo i fiori e ci fermiamo a contemplare, ad interrogarci di come la vita sia stata atroce nei nostri confronti e di averci portato via quello che più ci stava sul cuore, e dove la morte non doveva arrivare, ma tardare  fino a scongiurarla e deprimerla. Ma si sà la morte arriva quando uno non se l' ha aspetta, questa è la vita! La debolezza e la pena dell' umano...                                    Si sa quando si nasce, ma non si sa quando si muore!  Forse può essere un bene o un male.. Potete dare la vostra interpretazione sul finale di questo post !

Commenti