PERCHE' IL GIORNALISMO PRIMA O POI CESSERA' DI VIVERE !

 Un esempio lampante :Enrico Mentana e il suo giornale online sui giovani..Vedi... articolo . che fra i commenti e curriculum ha fatto il pienone su Facebook, dove i giovani affascina la professione "giornalista " anche con una miseria ogni pezzo scritto da non fare proprio una professione e uno stile di vita per campare decentemente. La redazione di un giornale che fra fogli e tanti monitor di computer e la confusione di mandare in stampa al più presto gli articoli, è una corsa continua e che non finisce a tarda notte ma continua forse con altri giornalisti; come se quelle luci di redazione non si spengono mai e danno vitalità alla continuità all' infinito. Forti di una pubblicità, di fondi Pubblici e altri introiti non se la cavano male, anche se le persone non leggono più come una volta, non portano e si fanno vedere col giornale sotto il braccio per una moda e per apparire intellettuali, anche se  non lo si era.. (ma l' occhio all' epoca e l' immagine..  era una risorsa importante che poi si è persa in avanti) Ormai i giornali cartacei hanno fatto la loro storia e per tanti sono morti dal progresso e di non sapersi rinnovare, come "il giornale Avanti, L' Unità, pezzi di storia e che in qualche modo hanno raccontato l' Italia in guerra e della liberazione, fino alla rinascita e sviluppo che c' è stato. Ma quanti di giornali di oggi entreranno nella storia, si rifaranno riconoscere per aver contribuito allo sviluppo e miglioria dell' Italia raccontando e invogliando il lettore a far amare e apprezzare di più lo stivale! All' epoca non c' erano i computer, ma solo le macchine da scrivere, con i ticchettii inconfondibili e la figura di un grande giornalista come era "Idro Montanelli, dove pochi e pochissimi sono stati alla sua altezza.". Se Idro Montanelli e tanti altri già dimenticati avessero avuto un giornale online avrebbero scalato le montagne,  quel internet che non hanno avuto é una sconfitta per l' informazione vera e propria, genuina e alla portata della popolazione. Altri tempi direte voi!  Ma dalla storia e dal.passato che si va meglio in direzione sul futuro, anche se non possiamo aggrapparsi a nessuno, non per questo siamo rovinati e all' acqua alla gola, ma amareggiati che questa informazione non funziona almeno per noi, per gli editorialisti e direttori di giornali un po' di più, almeno vedono un po' di soldi, e i soldi e l'interessi non hanno per nulla a che vedere con i lettori del giornale. Che cosa importa se ci sono pochi lettori, e le statistiche di chi visita il sito non può avere importanza se dietro ci sono centinaia di euro da fondi pubblici, da privati e pubblicità, insomma "campare anche se non letto " è  il motto di tutti e che presto tutti capiranno perché l' informazione  manipolata  e aggiustata dai direttori per i loro interessi non sempre piace... e non piace soprattutto  quando diventa una mezza verità, e non dire le cose come stanno realmente! E i giovani in redazione devono contare molto di più di ora, anche di stipendi aumentarli per invogliare il giovane nel credere alla professione e dare molto di più!

Commenti