BOCCONE AMARO PER DI MAIO CHE VEDE UN SALVINI SEMPRE DI PIU' AMATO DAGLI ITALIANI...

Forse Di Maio è partito col piede sbagliato già in partenza, ma forse pure è sempre stato contestato, deriso, con quella faccia da ragazzino che non prometteva niente di buono, cause ed effetti che lo hanno sempre tenuto in disparte per dare voce a Salvini (politicante di natura, orgoglioso di quello che fa, ma pure sa parlare agli Italiani). Di Maio e il M5s staranno solo nel guardare quella folla che esulta ed acclama un Salvini e la Lega che cresce sempre, e che metà degli Italiani fa il tifo e inneggiano alla vittoria . Di Maio potrà fare tutti i proclami, cambiare le sorti dell'Italia, (fare quello e quell' altro ) ma tra il dire e il fare ci passa l' oceano e non sempre si può fare per via dei soldi, e di una ramificazione del sistema difficile da smantellare,e per giunta da un principiante com' è  Di Maio . Insomma l' adulto e il ragazzino, l' esperienza contro la superficialità che ormai tra Salvini e di Maio  si può vedere e constatare. Un Salvini e una Lega che se si votasse tra un paio di mesi di certo avrebbe vinto, stravinto, lasciando in dietro tutti i partiti attuali e figuriamoci il M5s  che morirebbe in un batter di ciglia; e Di Maio e Grillo devono vedere la realtà che li circonda non per niente favorevole. Una realtà che impensierisce sia il M5s ,dove al più presto deve trovare una scappatoia e contrastare il fenomeno Salvini ornai divenuto "sciupa scena, imprevedibile, e che pensa solo a se stesso)  da far venire le nausee e un po' di pensieri in più a Di Maio. Non so bene se avere un idolo come Salvini per gli italiani sia un bene oppure un male, ma so con esattezza che vorrà sempre essere il primo in tutto per tutto, e nello spingersi all' estremo darà lezione sia all' Europa, e sia allo strapotere che dettano legge, se in questa battaglia non userà bene le sue armi, non avrà sbocco, e non "avendo sbocco Lui non ne avrà neppure Di Maio ormai soggiogato dalle sorti di Salvini. Un Salvini che accantona sia Maroni che Bossi, come se fossero acqua passata ,  perché il "nuovo " è  all' inizio,  e solo col "nuovo " che si può andare avanti!.

Commenti