LA VITA È QUEL SOFFIO DI VENTO PASSEGGERO...

Certamente se si apprezzasse più la vita la si vivrebbe meglio, lasciando in disparte  tutte le cose sfavorevoli e ingiuste. Quella corsa a fare tutto nel più breve tempo possibile che si commettono sbagli e lacune, come se il tempo fosse una risorsa essenziale per l' umanità, e se da una parte lo è perché non si vive in eterno ,non per questo ci deve condizionare e impossessarsi di noi stessi. C' é  sempre chi si misura con gli altri per essere il più grande, e dove l' invidia e la malignità fanno capolino e sciupando l' onesto e quindi sorgono dei dubbi in proposito di come si può diventare e di come la si può pensare.. "ed è una vera croce di vita ". Quel desiderio di poter godere dello stesso bene che gli altri possiedono, (uno dei sette vizi capitali per la dottrina cattolica)  non fa altro che immettere odio e disprezzo, fino quasi nel volerlo punire e volerlo morto ; una cosa pazzesca!. Ma pure parlare con una punta di malignità su quell' individuo o cosa che nascono litigi, sguardi atroci, da essere alla costante ricerca di un pretesto per mettere zizzania ed enormi violenze per lo sfogo di farlo solamente. Insomma i risvolti della vita non sono semplici, se poi la si complica ulteriormente  con odio e inganno dove sembrano prosperare rigogliosamente da farne l' essenziale della propria vita. Forse nel pensare agli altri invidiandoli e maledirli, si pensasse di più alla propria vita e di quella morte che arriva  senza poterlo sapere, non si diventerebbe tanto prepotenti.

Commenti