TROPPE DONNE UCCISE ."È ORA DI DIRE BASTA !"

Sempre più sentiamo di notizie dove uccidono le mogli e si impiccano, mariti che fanno carne da macello le proprie mogli, e poi si tolgono la vita... ma non basta per dire chiaro e tondo che hanno commesso un orribile omicidio dove la moglie non ne aveva colpa e poteva essere risparmiata. Il femminicidio sembra una scorciatoia e per quale motivo ancora ci sono dei dubbi, ma sempre di più la donna è rappresentata come oggetto, e facile preda per ogni cosa e dandoli colpe e mandandola dentro una bara come se fosse la peste e il male in persona. Io dico: "Se il marito è libero di suicidarsi perché la vita non gli soddisfa più, perché  ci deve rimettere pure la moglie che invece quella vita la soddisfa e vorrebbe campare all' infinito! " Siamo di fronte ad una faccenda complicata, ma nasce pure che "la donna " nel corso dei secoli ha dovuto sudare sette camice per apparire e manifestarsi, e non sono mancati scontri e umiliazioni tra gli uomini fino al sangue che all' epoca già colava. Sembrano passati secoli, ma la faccenda si ripete oppure non è  mai cessata indaffarati nel  vedere altre cose e distogliendoci  dalla figura della donna. Per non parlare di violenze psicologiche, sessuali, che la donna è facile preda per soddisfare i propri bisogni  e sogni di uomini senza scrupoli.. (e c'è ne sono molti, più che non crediate!). Indubbiamente quelle violenze psicologiche uccidono piano piano, ma logorano al tal punto che si muore ugualmente e di una sofferenza atroce, in sordina e fuori dai riflettori come il male di vivere che nessuno ne parla. Facciamo che quel sangue non coli più, ma ormai è così radicata la faccenda anche per via che cambiare mentalità, pregiudizi, campo visivo, non si può fare subito e occorrono anni, e nell' attesa altro sangue per le donne verrà versato... "un ulteriore sconfitta per entrambi i sessi " .A volte mi vergogno di essere "uomo" credetemi!!                                           -Marco Allanti-

Commenti