IN FIN DEI CONTI PERDIAMO SEMPRE !


Che angoscia e che dolore sapere che abbiamo a che fare con personaggi più grandi di tutti noi, e che non riusciremo mai a sconfiggerli e renderli innocui, ma possono essere pure avvenimenti di una tale portata e potenza che saremo schiacciati (un esempio é quello del Coronavirus, ma c'è  ne sono pure altri..) Insomma abbiamo sempre a che fare con un combattimento costante e non sempre si può vincere e cantare gloria, in verità è che perdiamo sempre e questo ci crea angoscia e scompiglio per la propria vita. Non sappiamo più chi ci può rappresentare, chi ci può dare una mano, chi ci può traghettare in situazioni migliori, e chi stringendoci per mano ci invita ad andare avanti nonostante il menefreghismo che c'è , da essere una vita complicata e discussa e dove indubbiamente le risposte non saranno esaurienti come si crede, ma lasceranno sempre un segno indelebile ( e come lo può essere una macchia). La società caratterizzata da scontri e competizioni , e da molteplici ingiustizie  e infinite lacune che hanno reso ancor di più una Vita stressata e piene di spine da ferirci, rende tutto più opaco e illeggibile per chi si addentra in questa situazione, oppure la vede la lontano, e che sia un tranello in grande stile per in definitiva essere noialtri dei burattini in mano a coloro che muovono i fili per i loro tornaconti ! Si, perché pure la politica si è messa di mezzo per renderci tutto più complicato, e dove il "popolo sovrano" non esiste più ed è solo una battuta per riderci sopra , per non altro non piangere interrottamente , e dove quel futuro non lo si considera come invece dovrebbe esserlo. Viviamo alla ricerca di interrogazioni e il solo scopo di capirci qualcosa ,(che in realtà non ci capiamo niente se la mettiamo nel verso giusto)  ci toglie il sonno la notte, ci assale al tal punto che viviamo in un limbo ,una sorta di bordo che oltreppasarlo non si può per la sola ragione di andare contro l' ignoto e di un qualcosa più grande della nostra portata, ecco perché nasce il conflitto e battaglia. La veduta che vediamo del quale la disoccupazione e di una crisi economica senza precedenti ci porta ad ulteriori prove, e non sempre facili se consideriamo che fa breccia pure una migrazione di massa  , che in qualche modo ci impedisce di prosperare come dovrebbe essere e ci rende più  schiavi , come pure non possono più rappresentare una forza quelle nascite ,e di quelle culle piene che una volta avevano effetto ed oggi sono quasi sparite e il vuoto è incolmabile. Si va verso ad una decrescita ,ad una situazione di basso livello in tutti i fronti anche se mascherata per non farla riconoscerla tale, tutto è in pericolo, tutto può essere compromesso, tutto può essere una bolla di sapone se la si guarda bene e svanire all' improvviso e non avere niente in mano in concreto , ma quale rinascita, ma quale spinta e ricrescita per un'Italia sempre più danneggiata, dove c'è le danno di santa ragione e ci mettono i bastoni fra le gambe chi ambisce che dovrà essere sempre peggio in avanti, e remare contro è il loro gioco di sempre. Insomma siamo pedine in una scacchiera manomessa ,contraffatta , e giocare non ci aiuterà a salvarci ,dove tutto sembra già scritto in precedenza  per vincere chi da quella scacchiera la usa per manipolarci e controllarci. 

Commenti

Post più popolari