LA CORRUZIONE DILAGA PER OGNI GRANDE OPERA FATTA IN ITALIA!

Quel lontano messaggio su Twitter dove Virginia Raggi diceva : "Lo Stadio a Tor di Valle è sempre più vicino. Stiamo lavorando  senza sosta per accorciare i tempi e realizzare  questa grande opera che porterà nuovi posti  di lavoro  e migliorerà la vita nel quadrante sud della città.. " sembra naufragata, tutto da rifare, con il rischio di quella grande opera di lasciarla nell' indimenticatoio e scordarsi di aver detto paroline di entusiasmo, e di orgoglio.  La corruzione e gli arresti per lo Stadio Roma ,fanno venire in mente le centinaia di ingiustizie e processi di corruzione che in passato si sono viste, e semmai nell' andare a migliorare, si va nel peggiorare, dove in Italia non verrà fatto mai niente per paura di bustarelle vaganti, favori, e dove la politica ci mette sempre lo zampino, dove i soldi arrivano così velocemente da essere i primi nel tuffarsi in questo business, a scapito dell' opera da eseguire e di infrastrutture. Insomma la mentalità del corruttore è difficile farla svanire, se poi non si hanno i controlli adeguati, e si mettono a lavorare in quel grande cantiere, gente con ambizioni e spregiudicatezza da compromettere l' intera opera. Si, perché "sono le grandi opere " che sono gettonate per i corruttori, e da quì ci dovrebbe essere più visuale, più vigilanza, Un po' più di tutto, che oggi non c'è ,e ci si accorge dopo il fatto avvenuto ,e come sempre l' opera rimarrà incompiuta, da mangiarsi le mani, e tanti soldi sprecati. La Virginia Raggi non può essere incolpata, ma è tutto il sistema che non funziona e trovare le cause di questo spregio per L' Italia non sarà mai possibile farlo, se non ché non fare più niente, o cambiare mentalità, per non  essere un' Italia spoglia di grandi opere e di infrastrutture , invecchiare prima del tempo, dove l' Europa sta andando avanti a passo di tigre, noi a passo di lumaca!

Commenti