L' INSICUREZZA DI TRANSITARE NELLE STRADE DI SERA..

Una strada, via, di qualunque città italiana dove la paura di passeggiare si fa sentire, e non si esce più la sera anche per non vedere quel vandalismo del bene pubblico, quella criminalità martellante, dove ci sono persone che si drogano e che inevitabilmente spacciano droga, come delle prostitute in cerca di clienti, e per finire ubriachi fradici che fanno da cornice alle città.  Non è un esagerazione se nelle nostre città si vedono, si annusano fenomeni di questo tipo e dando così ulteriore paura dove le forze dell' ordine non sono sufficienti oppure mancanti, che si crea scompiglio e generando quel terrore più totale. Chi più ci rimette sono le donne e gli anziani, "le donne per non essere violentate sessualmente " -"gli anziani per non essere rapinati e derisi e messi alla rogna" ..e le due facce che andrebbe molto interrogarsi sul perché succeda e di come sia possibile risolverla, perché di sera non ci sia il coprifuoco e la paura che aumenta.  La sicurezza dei cittadini è un bene che ci spetta ,ma sembra che si vada ad escluderla dando priorità ad altre cose..ad esempio :"strade poco illuminate dove il pericolo è in agguato, e la razzia di auto si fa grande" ,e se si pensa solo ad risparmiare sulla luce (energia elettrica) nei comuni e città non si va molto lontano e la criminalità e la razzia non la si combatterà mai! .Se la tarda sera è per i balordi, e gente senza scrupoli e dove si impadroniscono delle strade e vie del centro, la mattina ritroviamo le loro tracce, e questo sembra davvero un vero problema che non va sottovalutato, e nel rimettere tutto a posto al più presto le vie e le  strade si animano e per i più increduli la giornata incomincia, non sapendo quello che è successo la sera e la notte prima; (anche perché sono stati rintanati in casa, protetti dalle mura domestiche) e l' occhio non vede, cuore non duole, che sembra abbia effetto molto. Ma quanto potremo andare avanti?

Commenti