MI CHIAMO MARIA HO 12 ANNI E IL MIO SMARTPHONE È IL MIO AMICO

Ma prima di tutto guardiamo Badante che picchia anziana..  e poi passiamo a lo smartphone che anche i bambini lo usano regalati da mamma e papà...e se la comunicazione prima di questi telefoni era grossolana e spicciola..ora non si comunica più per via di parole ma di tasti e in silenzio si va dappertutto e gli SMS e WhotsApp  e sulle ricerche di Google diventa un mondo a parte.Anche se si perde quella comunicazione fatta di parole e di incontri fra amici nel discutere una serie di cose... tutti in silenzio in quel gruppo per avere il mondo in mano,e un respiro più di troppo è perché non si è cercato alla meglio sulla ricerca e sul messaggio.I giovani crescono troppo in fretta nell'ambito della tecnologia e come se vivessero in 3 dimensione e nella scuola sono come extraterrestri e niente più può farli indietreggiare e niente potrà insegnarli un qualcosa dalla vita se non lo vorranno perché gli aiuta internet! Non si scrive più e non si legge più se in vari momenti e stare lì immobili in un gruppetto con tanti smartphone e in silenzio digitare e con l'auricolare sentire canzoni e musica...la mente non sarà più come prima. Abbiamo perso la comunicazione verbale e l'emozione di dire agli altri cosa ne pensiamo della quotidianità...e sono proprio i giovani a accusare il colpi!                    

Commenti

Post popolari in questo blog

ESSERE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA OGGI , COSA COMPORTA ?

MORIRE SUL LAVORO NON E' PIU' ACCETTABILE !

ALESSANRO SALLUSTI E' IL NUOVO DIRETTORE DI LIBERO , VEDIAMO COME SE LA CAVA !

GLI ANNI DI PIOMBO | TROPPI COLPEVOLI SONO RIMASTI IMPUNITI E LO SARANNO PER SEMPRE

TRA UNA NOTIZIA E L' ALTRA NEL MEZZO LA SOLITA PUBBLICITA' EVASIVA E FASULLA

FEDEZ | IL CORAGGIO DI PARLARE

PER I POLITICI I RICCHI NON SI DEVONO TOCCARE !