MA SIAMO CONTENTI DI QUESTA ITALIA DEI MILLE PROBLEMI ? | UN GOVERNO TIRA L' ALTRO

"No, non lo siamo affatto! "                                                                                                            È per il solo fatto che i governi che si sono susseguiti a ritmo accelerato, e non sempre eletti dai cittadini, hanno fatto "man bassa " -"infischiandosene del Popolo per i propri tornaconti, e nel fare felice l' Unione Europea ". Due punti fondamentali che hanno minato ulteriormente le radici di un Popolo stremato e inerme nell' affrontare i tanti problemi che ci sono.                                                                                                           Anche se sta sui governi sostenere la Popolazione e le loro richieste, ci si è dimenticati più d' una volta di sostenere questa tesi, e di andare contro sui cittadini che ormai non contano più  niente ,per la bellezza di essere sempre superiori in tutto e per tutto da avere la medaglia in bella mostra , questo la politica é  la loro forza  da non demolirla facilmente.                                                                                                 È  risaputo che la cattiva politica, quei cervelli che sembrano impazziti, influiranno se no nell' immediato ma in seguito, di scelte spicciole,esagerate,e senza senso, e che nuoceranno al Paese stesso e fino al malcontento che verrà, e non bisogna essere laureati per capire la gravità della situazione .                                                                         Non sempre la politica la si capisce in tutti i suoi aspetti, "c'è sempre un'ombra e nebbia che non ci fa vedere chiaro, un dietro le quinte  che pure i giornalisti cercano di indovinare, ma non sempre ci riescono per rispecchiare sulla verità " . D'altronde da tempo gli abbiamo permesso a quei politici di essere "la casta, la potenza " ed ora difficilmente si può rimediare, se non ricominciare da zero e con la mentalità più libera e aperta.      Ogni Nazione Estera che si rispetti, ci vede come una sorta di teatrino, incomprensibile e figura chiave per l' ironia facile, tranne la Comunità Europea che da tutto questo ne trae benefici e dove gli interessi per pochi, fanno la ricchezza di un Europa che chiede sempre e non da mai. " Ma che l' Italia è la salvezza di quell' Europa e non può farne senza" .  Il governo e l'opposizione semplice fantascienza quando si tratta di agire sui punti forti, ribaltare le carte, come se andassero a braccetto insieme e in sintonia per accaparrarsi poltrone e prestigio ,in segno di un marciume solido e ben distinto di come può essere l' Italia.   Mancando un' opposizione seria e durevole, da mettere le barricate se necessario, il governo avrà vita facile, fin troppo facile e nel dettare legge non lo fermerà più nessuno ,un risvolto dal quale averne paura.                                                                                                    Tasse, burocrazia, elementi col quale si muove il governo sui cittadini, lasciando in disparte i privilegi, le tante scappatoie, e i loro stipendi da favola che non si possono toccare, come se ne avessero diritto dal loro durissimo lavoro e la fatica di governare questo Paese ormai in balia della sorte.    Gira e rigira l' hanno vinta sempre loro, e scardinare il sistema, (dopo che lo hanno creato  così bene)   non è per niente facile, e neppure parlarne risulta un tabù e dove si mettono al riparo del loro guscio protettivo.                                                                                                                                           Tutti in corsa per diventare il Premier, il ministro, da aggiudicarsi strategie e soluzioni un po' goffe, arroganti, e di quel meccanismo da portarli così lontani e irraggiungibili agli occhi del Popolo ,  ma di importanza notevole se si siede sul podio più alto e si comanda, meglio se ci saranno un sacco di preferenze e dove non è tanto le urne a favorirli ma i social network e dove intingere le idee anche se non originali ,ma che fanno effetto come un miracolo, e da zittire per un attimo gli increduli e chi non crede più a niente.   Non a caso promettere e non mantenere le promesse è solo uno dei tanti casi del quale ne vanno orgogliosi, un sistema che si ripete ogni qual volta si forma un governo, si formano la squadra e gli addetti ai lavori per prenderci solamente in giro e farci vedere quello che vogliono.    È come essere in una partita di calcio dove nel campo non c'è ne arbitro e ne guardalinee, e i giocatori scorrazzano e corrono senza ne regole e ne buon senso, e fra scoretezze, inganni, colpi bassi, e infortuni la partita la si gioca, e alla fine partita zoppicanti, malconci, si avrà solo raccolto dolore e da non dare senso alla partita come competizione e sport.                     Forse se guardassero all' Italia come possano guardare un loro figlio o figlia, una moglie o fidanzata, la cosa cambierebbe notevolmente da non farli mancare niente, ma fare che tutto questo succeda è pure un compito Nostro, nel darli la retta via, dove da decenni si è lasciato troppo correre, infischiandosene del problema da ingigantirlo ancora di più oggi.                                          

Commenti