(SCUOLA) CHE COSA ABBIAMO FATTO AI NOSTRI FIGLI ?


 C'è una situazione drammatica sugli studenti che devono ritornare a scuola e tra zone rosse, coprifuochi, restrizioni per colpa della pandemia si fanno strada molti interrogativi ,uno dei tanti è come affrontare la situazione così difficile se li viene pure la voglia di riporre i libri nello scaffale pieno di ragnatele  per un momento forse migliore ,e tra paure e disagi molti pure non ritornano neppure a scuola. È già da un'anno che la scuola è sotto i riflettori come non si era mai visto prima, e si è cercato in tutti i modi di discreditarla, di cambiarla, di fare una novità quando non si aveva la facoltà di farlo, insomma non si è cambiato lo stile di vita della scuola ma perfino lo stile di vita dello studente, annebbiandolo e oscurando alla sua visuale senza prepararlo al peggio, ed è per questo che oggi si trova frastornato e deluso e impossibilitato di apprendere come deve essere fatto in una situazione normale. Si, si è fatto di tutto per essere una situazione drammatica e complicata caricandola sulle spalle degli studenti, ma pure sui presidi e insegnanti. Un flop catastrofico e dove il governo ne ha la piena responsabilità, forse non si è investito e dato fiducia alla scuola e tutto quello che è stato fatto è stato fatto forzatamente, senza ragionare e frettolosamnte si sono fatti dei rattoppi, quei rattoppi che ora hanno ulteriore bisogno di essere ricuciti e messi a lucido. Perché gli "studenti " sono soprattutto  "giovani" e i "giovani " si fa sempre carne da macello, non li si ascoltano mai, e le loro idee prima del nascere li si dà il benservito (e già metterli alla porta senza tanti complimenti è quello che si può fare per annientarli ) . Insomma non è tanto quello che abbiamo fatto sui nostri figli, ma quello che non abbiamo fatto e che andava fatto per non escluderli in partenza,  solo così potremo essere in pace con noi stessi e camminare a testa alta. Indubbiamente l' abbiamo mandati allo sbaraglio e ancora lo stiamo facendo e non è tanto per la pandemia, ma per la nostra superficialità e debolezza che stiamo ancora sbagliando. La scuola deve essere un trampolino di lancio per il futuro, no, assolutamente  un trampolino di lancio per suicidarsi ! 

Commenti

POST PIU' VISUALIZZATI