RACCONTARE I FATTI QUOTIDIANI E DI COSA RACCONTARE OGGI !


La politica di ogni giorno ci riserva sempre delle novità e quindi da approfondire ,anche se sembra più che altro di rincorrere l'ignoto perché non si sa bene cosa corre nelle stanze del potere e le voci da salotto che fanno grandi i giornali dando l'impressione che ci sia un gran fervore in politica, che poi risulta una balla se la si nota bene e se si va più in profondità. Se la politica ha preso forza e non si parla d'altro ,pure le altre notizie come ad esempio:" cronaca nera , quella rosa , dove tra omicidi, ruberie,arresti e pettegolezzi quei giornali si riempiono e tutti Noi bene o male li leggiamo". Nel web tra giornali online che nascono come funghi, ma pure blog di notevole importanza che fanno informazione per poi esprimere le proprie opinioni con tanto di commenti da sbizzarrirci fino alla nausea sia chi legge e chi scrive . Insomma anche se sono sempre pronte le fake News ,o semplicemente le balle spaziali l'informazione sia buona o cattiva è sempre a portata di mano e ci tiene incollati ore sullo smartphone o al computer con le mani sulla tastiera per i ripetuti commenti. Se l'informazione è diventato il pane quotidiano da mangiare ogni qualvolta si ha fame allora siamo a posto! Ma dietro ci stanno esagerazioni perché si vede quello che si vuole vedere in quel preciso momento,in una determinata situazione e se ne vale la pena continuare nel leggere l'intero articoletto , oppure post o messaggio ... che quasi sempre non si legge per intero ,e poi si scorda facilmente col passare delle ore. Nel cimitero delle notizie primeggiano quelle non lette e che non vengono prese in considerazione ,ma d'altronde il web , come pure il lettore non perdona ,due forze distruttive da considerare e da averne paura. Raccontare il quotidiano è pure questo ed non è facile destreggiarsi con gli avvenimenti che si susseguono a ritmo sfrenato esagerato,dove ogni secondo succede qualcosa e lo dobbiamo raccontare ,nonostante cada subito nel cimitero e nel riservo , ma sempre ne è valso la pena e gli sforzi non saranno mai persi .
 La domanda che viene spontanea è:"si può vivere senza informazione ?' La risposta mia sarà :"si può vivere senza mangiare !' Senz'altro no ..
anche dal fatto che ci piace sapere i fatti del giorno ,anche vedendo solo il titolo della notizia ,ma pure che siamo così abituati sia nell'ambito della scuola e sia fra amici crescere con i libri,lo smartphone,il computer, che diventa spontaneo dopo i giochi sapere che cosa succede in Italia e nel resto del mondo. Anche se non saranno di certo i giovani a fare grande l'informazione, nel rinforzarla e dargli luce più del necessario, ma le cose le sanno ,nella loro maniera che per noi adulti non possiamo comprendere.  In primo piano del blog .

Commenti