Passa ai contenuti principali

IL LAVORO COME VITA E MORTE... "TUTTO RUOTA INTORNO AL LAVORO "

Eppure come lo sognerebbe di aver un lavoro, per chi non lo possiede da farne un'ossessione; chi invece lo ha non può capire la situazione del disoccupato! E se la fortuna gli ha girato bene,non lo è stato per l' altro.. e un po' di comprensione bisogna averla; come ad indicare che la vita è di diverse sfumature, di intoppi e inciampi di percorso che più delle volte non si possono fermare e devono avere il loro corso. Se il lavoro è sopravvivenza, orgoglio, prestigio, sogni, da levarsi qualche sfizio ogni tanto e  camminare a testa alta ,i meno fortunati non potranno che soccombere e morire con quella voglia di aver voluto far tanto e dare tanto, ma non c' è  stato il modo di metterlo in pratica; da compromettere ulteriormente la propria vita e di un fallimento completo. Come se quel "fallimento " pesasse come un macigno che quotidianamente si dovrà portare, faticando, zoppicando, fino all' età del trapasso e niente distogliera' dal fatto di essere coccolati ,apprezzati e per fino vicini alla persona che fino ad oggi ci ha dato più gioia e stampella nel sorreggersi.                                                                                                                                                                                                                            Se la disoccupazione è  sinonimo di corrusione  interiora, di danni psicologici , di menti annebbiate ,di un respiro sempre più affannoso nel continuare a vivere; dall' altro per chi lavora e non sa cosa sia la disoccupazione se non la legge sui giornali, gli incidenti  e le morti del lavoro che mietono vittime in continuazione è un vero dramma da non sottovalutare!  Costantemente sentiamo di quel tizio cascato da un ponteggio, schiacciato da un trattore, e si potrebbe continuare... "dove morire sul posto di lavoro è  di norma"  e dove la sicurezza troppo spesso viene bandita per un maggiore guadagno sia all' impresa e sia meno costi da sopportare; ed oggi  il risparmio sembra essenziale .Perche' parlare di "lavoro  e le sue conseguenze! " Ma perché semplicemente  l' uomo, l' essere umano è fatto per lavorare e per produrre, dando lo scopo di essere utile in qualcosa (dopo lo stipendio che gli produce serenità e gioia di vivere) ; se questi requisiti mancano si produce disguido, insoddisfazione, negazione e rabbia che sfocia in tante altre cose non consentite dalla legge; e quando si arriva a tanto.. la disperazione è al massimo!.                                                                                                                                                                                                   Portare lo stipendio misero o riccho che sia, contribuisce a rafforzare l' Italia, dopo a rafforzare sia la famiglia e i figli per prima cosa; ma la politica sembra non avere bene inquadrato l' aspetto e indaffarati più che altro nel rinforzare il loro punto di vista e i loro portafogli, lasciando indietro da decenni poveri e i disoccupati; come se fossero gente invisibile e da neppure alzare un dito su di questi nel considerarli..(è  una vergogna, una delle tante che i governi hanno taciuto e nel tacere ed agire si sono completamente dimenticati di loro ,quelli  che non sopravvivono o fanno i sarti mortali con poche forze, ma arrancano) .Potremo dire un bel giorno questo :"lavoro per tutti, e sicuro al 100% " un' utopia senza l' intervento dei ceti politici, di un governo sano e prosperoso... e innanzitutto che i sindacati facciano ancor voce più grossa di quello che hanno fatto fino ad oggi, consapevoli dell' importanza dell' avvenimento e dei fatti  che includono il lavoro e la salvaguardia dei cittadini più indifesi.

Commenti

POST PIU' VISUALIZZATI ULTIMI 30 GIORNI..

CHI POTRA' ESSERE IL NUOVO "PREMIER " DALLE LONTANE ELEZIONI DEL 4 MARZO !

Le consultazioni proseguono con Fico, per formare un governo.. (leggi l' articolo)
Ormai è  come essere entrati in un tunnel dove non si scorge una via d' uscita, interminabile e stressante che quasi ci manca l' aria nel non sapere che cosa ci aspetta e chi potrà diventare "quel Presidente del Consiglio " ripescato all' ultima ora ; dove avremo subito l' ossigeno in abbondanza e marciare per il futuro. Un "Premier " all' altezza della situazione e circostanza dove possa rimettere in sesto l' Italia.. e non è chiedere tanto!  Fico e gli altri prima di lui, hanno un bel daffare nel mettere insieme i pezzi di un puzzle che non torna mai e non si vede mai la figura e l' immagine in dettaglio per farci sperare e tirare un sospiro di sollievo. Che sia diventato tanto difficile tra i partiti ,dove le incomprensioni, litigi, i retromarcia, non si arrivi a dei compromessi e tutto per il bene dell'Italia ;non ci posso credere dove basterebb…

FACEBOOK, TWITTER, AMAZON, GOOGLE, E TANTI ALTRI.. "LA NOSTRA VITA NON CHIEDE ALTRO "

È inutile negarlo ormai siamo in balia e affascinati sia da Facebook, e di Twitter,come di Google , ma pure di Amazon e di tanti altri nel web... (colossi dell' informazione, intrattenimento, svaghi, aziende che in qualche modo ci allietano la vita e
  dove ci fanno sorridere e ci uniscono reciprocamente come di amicizia ; ma in cambio vogliono sempre qualcosa da chi le usa, nel rimanere sempre all' oscuro di questo) .Il loro punto forza è di prendere sempre e incrementare sia la notorietà e sia il guadagno e come lo fanno sì possono avere solo supposizioni, ma alla fine dei conti anche se tutto risulta gratis, i nostri dati e altre informazioni saranno in pericolo. Questo è il business della tecnologia che tutti noi usiamo e forse increduli non approfondiamo più del necessario;perche' nessuno ti regala niente e quel "gratuito"-"non paghi niente " sempre si ritorce su i consumatori e sulla tecnologia a portata di mano appetitosa .                      …

E SERGIO MATTARELLA DEVE SUDARE SETTE CAMICE PER FORMARE UN GOVERNO ...

Ancora niente governo, la decisione ancora una volta spetta a Mattarella...
Formare il governo è diventato per Mattarella un' impresa ardua, e dare modo di alleviare le sofferenze, e i disguidi che ci sono sui partiti e che non cessano da vedere uno sbocco , risulta fondamentale . Eppure quanto ne avremo bisogno di un governo stabile e responsabile della situazione; come il pane per i nostri denti e che indubbiamente rafforzerebbe questa Italia. Ma se tutto questo è per noi un desiderio, non lo è per i partiti che fanno le bizze, e si studiano ma non arrivando a niente, tutto è fermo. Forse la politica si deve ricostruire, avere nuove vedute per affrontare il futuro che ci aspetta; o pure si rimane vecchi dentro, e la politica non potrà mai essere giovane ..(lasciando il passato burrascoso che ne è stato e che ci ha fatto arrivare fino quì barcollando, e dove la maggior parte dei problemi si devono ancora risolvere).

BENVENUTI NELLA SCUOLA DEL TERRORE E DOVE I PROFESSORI NE SONO LE VITTIME...

Un' altro caso dove l' alunno minaccia il professore...
Quegli alunni che minacciano, umiliano, schiaffeggiato i loro professori non sono degni di una scuola di oggi ,e dell' insegnamento che ne ricavano; andrebbero subito espulsi  e dati alla giustizia come esempio per tutti. La scuola non deve essere minacciosa, ne il bullismo ne deve fare parte, come altri fattori che influiscono alla non riuscita dell' insegnamento, e da quì c' è da chiedersi cosa realmente stia succedendo agli alunni  e i giovani in particolare?  Se la scuola sempre di più è diventata un campo di battaglia, dove le regole si infrangono facilmente tanto per essere superiori agli altri; e di una gioventù sempre più sciupata e in balia degli eventi e occasioni del momento , tutto questo non può avere senso. Fra l' altro già la scuola è fragile di suo se poi ci si mettono pure l' alunni con problematiche e le loro prepotenze a portata di mano non si fa altro che indebolire più la scuola, da…

25-APRILE- FESTA DELLA LIBERAZIONE " RICORDANDO QUEL 1945"

Il 25 Aprile 1945 ,la guerra era finita ma c' è da ricordare quante vittime ci siano state nello sconfiggere sia il nazismo e il fascismo; di un' Italia allo sfascio  ed esausta di tanta crudeltà e spietata sui più deboli.  Insomma quella loro libertà l' hanno pagata col sangue.. Eroi di quei tempi per portare pace e rifare l' Italia più degna, e in qualche modo sono entrati nella storia e oggi le onoriamo con affetto e orgogliosi che ci abbiano dato tanto anche se sapevano quello che gli aspettava! E che tutto questo non si ripresenti dove la guerra è solo fonte di distruzione e morte..  Buon 25 Aprile...                                                                              

LA VITA QUOTIDIANA QUANTO CI PESA ?

Tutto ruota sulla "vita quotidiana " da fare il buono e il cattivo tempo per ogniuno di Noi; le scelte che facciamo e sempre quella monotonia che non ci lascia mai! Come se la vita non cambiasse mai e intanto il tempo corre all' impazzata.                                                                                                                                                                                                                                                                                   Analizzare la "vita quotidiana " non risulta così semplice come ci si aspetterebbe.... perché può cambiare da persona a persona e le motivazioni non sono sempre uguali anche se grossomodo si ha un quadro ben completo.  È  di routine che una donna la mattina porti i figli a scuola, entrare nel posto di lavoro, e la sera al rientro deve accudire la casa con le faccende domestiche, dopo che ha pensato pure sui suoi figli; e il rilassamento zero!.  Insomma ha …

NON SOLO È FATTA DI MURATURA, MA È IL GUSCIO PROTETTIVO DOVE CI SI SENTE AL SICURO E FA GRANDE IL NOSTRO INVESTIMENTO...

"Casa mia, casa mia, pur piccina che tu sia mi sembri una badia... " Ad indicare seppur piccola e con i propri difetti, casa propria è sempre il luogo migliore dove ognuno vorrebbe stare.  È  il sogno un po' di tutti di avere una casa di proprietà, dopo i tanti sacrifici fatti e rilassarsi ammirando l' opera prorompente fino alla fine dei giorni e al trapasso;orgogliosi che possa rimanere nel tempo e che indubbiamente che vada all'eredità dei figli... da farne lo scopo della vita. Insomma la casa simbolo di continuità e speranze e senza di esso l' umano non sarebbe pienamente soddisfatto e dove la malinconia avrebbe sfogo,questo nel dimostrare che la casa sia piccola, o difettosa, malandata, ha sempre un valore e dove l' uomo trova il guscio protettivo dove poter essere al sicuro, come lo è sempre stato in passato, molto passato, e lo sarà sempre in futuro. Dentro la "casa" si lavora, si studia, si ricevono visite, si mangia, si dorme, ci si ril…