CENA RIGOROSAMENTE SERVITA DOPO LE ORE 18 , BUON APPETITO !


 Non è possibile cenare dopo le ore 18 come prevede l' ultimo DPCM di Conte , in quanto non ci sarà nessun umano che a quell' ora sarà disposto di andare in qualunque ristorante per mangiare  ,(o si parla di merenda e che non c'entra niente con la cena ,oppure  si sta facendo un gran casino ) e come sempre a rimetterci sono solo questa categoria di ristoratori, e chi guadagna onestamente la pagnotta che è diventato un crimine in questi tempi. Ormai per lo Stato questa categoria e pure le altre sono solo "evasori fiscali " e non sono visti di buon occhio e vanno penalizzate ! E senz'altro il DPCM va in quella direzione, un flop catastrofico di Giuseppe Conte e compagni che mietono vittime senza una precisa specificazione, solo per avere quel " potere forte "che si sono concessi senza l' approvazione del popolo. Che consolazione ! Ma pure  che disastro !  Non ci sono altri modi per descriverla la situazione. 
                                    UNA VERA PUNIZIONE 

Che la ristorazione sia blindata a piacimento con orari fasulli e barriere invalicabili da tempo di guerra non è esagerato,  ma anzi , è da non crederci... inverosimile, se in definitiva conoscendo bene Conte e la sua ciurma non si può che aspettarsi il peggio conoscendo le loro menti e la loro fama.  E non c'è da stupirsi se i gestori dei ristoranti dopo fare la voce grossa , violino il DPCM che li mette con le spalle al muro. Non è per loro una rivincita, orgoglio, scontro, disobbedienza, e quant'altro... ma semplice sopravvivenza che prima del Coronavirus non esisteva , ed ora la si tocca con le mani e l' aria è satura da quante ce ne  ! La gastronomia (un bene prezioso come può essere  l' oro ,che fa abbellire e risana non soltanto l' economia , ma lo stomaco della popolazione e degli stranieri che vengono a visitare il nostro Paese,  sia già compromessa e ferita negli anni che seguiranno del quale il governo ne è responsabile,  ma non trascurando che la popolazione è pure responsabile e dove nei ristoranti la sera ci andavano  , e tenevano vivo l' interesse in cucina. Oggi cambiando il modo di pensare, di agire,  di non  salvare il salvabile, e la paura del Coronavirus si sono impigriti, addolciti e rassegnati... " O forse  la lotta e l' opinione un po' sopra le righe non è più di moda, sovrastata da l' incubo che non ci sia una via d' uscita  ! .

Ma far andare tutto a rotoli non conviene a nessuno, dobbiamo capirlo al più presto e ritornare alla normalità e per farlo non dobbiamo dire come mesi passati "


Andrà tutto bene " perché non lo è stato affatto ,ed non è andata così,  e i problemi si sono accumulati  e sono sorti tutti ora da non sapere come fare  !  E quella speranza di prima ,oggi non vale più. Si deve capire questo per rimettersi in cammino. 

Commenti

POST PIU' VISUALIZZATI