UN' ITALIA TUTTA IN SALITA, DAL LAVORO, ALL' ECONOMIA, E INFINE LA FACCENDA MIGRANTI ..


Tutto è in salita e non si vede uno spiraglio di crescita, la si vorrebbe vedere e annusare ma sia la politica e quant' altro abbiamo di fronte una montagna, una montagna irta e pericolosa e dove l' unico scopo è del farsi del male!                                                                                                                          Intanto  per il "debito pubblico " e non essere messi sotto torchio dalla Comunità Europea è tutto rimandato, nel frattempo dobbiamo fare i bravi ragazzi e che i conti tornino, (una boccata d' ossigeno per poi in seguito morire lentamente, un rinvio che non promette niente di buono). Perché è sull' economia che  l' Italia si gioca tutto, frutto di interi governi che non hanno fatto il loro lavoro alla lettera e se ne sono infischiati un po' di tutto ,e fra cifre folli e sprechi oggi siamo quasi in miseria. Indubbiamente quella dell' economia non è un solo problema ,ma c' è ne stanno altri come "il lavoro " che si è sempre stati ben lontani nel risolverlo e nel privilegiarlo , con i sindacati inermi e paroloni, e sia una politica che escludeva i lavoratori a priori. Tutti i segnali che hanno portato la sfiducia fra i cittadini e la politica, una rassegnazione di non voler crescere e fare grande l' Italia solo per quei giochi e manipolazioni sporche  che i politici si sono arricchiti in barba sulla popolazione. Il governo Conte in poche parole deve risolvere tutti i problemi rimasti indietro, un lascito dei governi precedenti e non è per niente facile metterli in fila per poi cercare in tutti i modi di trovare le soluzioni definitive sui problemi stessi, da non lasciare niente in sospeso. Ma risulta più facile, ed è  una cosa certa che si farà il minimo indispensabile, e i problemi (quelli del passato) si cercherà sempre di schivarli per donarli magari al prossimo governo che verrà!.        Ultimamente i governi hanno vita breve , è più difficile formare un governo, facile invece la sua caduta.                                                                        Conte, Di Maio,Salvini , tre personaggi distanti anni luce, e risulta un po' difficile fare riforme, leggi, cavalcare i problemi in atto e domarli definitivamente, un Matteo Salvini che piace e i consensi lo dimostrano e se andasse domani al voto vincerebbe ancora di più, lasciando molto indietro i suoi avversari, ed è proprio da questo che prende più forza e spirito battagliero. Certamente vedrà sempre male i migranti, la magistratura, e l' Europa che gli vuole impartire lezioni di vita,  dove quella sua ossessione può minare il governo oppure rallentare la corsa.                              Non credo che questo governo imbocchi la strada giusta per una ripresa, mi da l' impressione che non lavori duramente, e trovi tutte le scappatoie possibili per tenersi appiccicate quelle poltrone del quale sono seduti e che non vorrebbero mai lasciare.              

Commenti

Post più popolari