GLI ANNI DI PIOMBO | TROPPI COLPEVOLI SONO RIMASTI IMPUNITI E LO SARANNO PER SEMPRE


 L' Italia fra il 1970 fino al 1980 ci si poteva ritrovavare in quegli anni di piombo  che in qualche modo era una specie di colpo di Stato  e dove le  manifestazioni violente ,  rapimenti e le  uccisioni facevano breccia sul Paese  e inermi si guardava a quell'odio e fragello  tramite i telegiornali e i giornali cartacei. Non sapendo con esattezza che cosa di quello scompiglio potesse venirne fuori nel futuro ?  C'è chi è nato più tardi e questo avvenimento l' ha studiato solo sui libri di storia e sui racconti delle persone di quell' epoca , se si aveva la pazienza di ascoltarle e metterle in luce. Ma si aveva già l' impressione che l' Italia stava passando un brutto momento in quegli anni  e per questo che lo Stato inerme sembrava che indetreggiasse e non aveva armi per combatterli quei terroristi  , di quella scorribanda e violenza inaudita che si stava studiando, ma  senza venirne a capo la si lasciava fare. Poliziotti e Carabinieri erano in prima linea e sembrava che si trattasse più di una guerra invisibile che si combattesse  e dove il semplice manifestante  , il guerriero di strada , l' attentato dell' ultimo minuto  , il rapimento e il riscatto  , avesse il sopravvento e pure che  lo Stato avesse già perso in partenza.   Forse era un Italia a quell' epoca disgraziata  , che ai giorni nostri sembra più una barzelletta che invece una  realtà assoluta . Si usciva dalle manifestazioni studentesche e il '68 rappresentava una novità di un cambiamento che poi non è riuscito nel suo intento,  ma ugualmente efficace per la propria parola e pensiero nel diffonderla nel resto del mondo e incutere timore "come sempre in quel preciso momento non si è capito subito l' intento e da questo hanno convinto che sì trattava di provocazione bella e buona)  . Inutile negarlo : si voleva cambiare l' Italia e pure il mondo e quegli Anni di Piombo rappresentavano un occasione , ma pure una minaccia se la si considerava bene nel saperla valutare.   Non sto a narrare gli episodi che rappresentavano quegli " anni di piombo " e neppure i giorni più bui con la comparsa delle  "  brigate rosse " che gli storici e gli appassionati di quel periodo potranno dire tutto quello che io non ho detto  , e lo diranno forse meglio , ma concludere le mie riflessioni su quegli anni sta nel fatto che : Forse la debolezza dello Stato ha influito molto alla comparsa del terrorismo  , e dove le uccisioni erano all' ordine del giorno  , inoltre pure lo Stato nel suo interno c'erano delle persone  che applaudivano quel massacro , forse pure per questo molti terroristi non sono stati processati e  non messi in galera (anche se si conosceva la loro generalità e di quello che hanno fatto)  e con la loro fuga e latitanza hanno vissuto  una vita normale fuori dall' Italia , e oggi  già anziani non pagheranno mai le loro colpe ,questo  nel dimostrare che lo Stato di Ieri e quello di Oggi  hanno perso entrambi e nel destabilizzare il Paese quegli  " anni di piombo " potranno essere un esempio ecclatante di come si sono fatti beffa dello Stato e in poche parole l' abbiano quasi distrutto , fino ad arrivare ai giorni nostri dove le lacune sono ben visibili .

Commenti

Post popolari in questo blog

NO - VAX , GENTE DEI " SENZA VACCINO "

CI VUOLE UN BEL CORAGGIO NEL DIRE : " STRANIERI VENITE IN ITALIA "

TROPPA SCIENZA CI PORTERA' ALLA ROVINA

ABBIAMO SCONFITTO L' EUROPA TRAMITE UNA PARTITA DI CALCIO

RITORNIAMO A FARE AFFIDAMENTO SUL LAVORO PER SCONGIURARE MOLTI PERICOLI

IL GIOCO DEL COPRIFUOCO PER MESI LO SI E' ACCONSENTITO , OGGI CI SIAMO RICREDUTI E LO CONDANNIAMO !

LA MORTE ARRIVA ANCHE IN FUNIVIA