LO SLOGAN IN VOGA : " TUTTO TRANNE LA VERITA' "


 La verità sembra sempre più un optional da pagare alla fine con un sovrapprezzo, e non sempre siamo disposti nel farlo dato che non abbiamo il potere nel farlo e la pazzienza di indagare oltre.  Eppure da 100 menzogne solo 10 riusciamo nello scovarle e metterle in definitiva KO,  le altre sfuggendosi , si instaurano sulle nostre vite più di quanto crediamo da farci schiavi. Perché la "verità è tanto importante  ?"  Se messi alle strette, in tribunale e per farsi belli si dice :" Giuro di dire la verità, tutta la verità, nient' altro che la verità! " Ma come si fa nello stabilire se quello giurato sia veramente la verità, o si tratti di menzogne e bugie a buon mercato ? Ecco allora che tutto sembra scivolare e non avere più senso , se le parole di bocca escono senza  essere sicuri se veramente siano veritiere, e dove pure la tecnologia fa cilecca ,allora non siamo messi bene.  Si perché vale più una bugia se raccontata bene  che tante chiacchiere e mezze verità , e da quì l' informazione e i media ci navigano. Eppure quanto c'è ne bisogno di una verità indiscutibile e che si vorrebbe sapere, una verità con la "V, Maiuscola " e che non ci devii, ci rattristi, ci scoraggi, per finire ad un' informazione  sempre più  manipolata, ristretta, insostenibile da tutti i punti di vista , accecandoci in più riprese.  
Sapere , conoscere, è il pane della vita stessa, ma essendo abituati a prendere per buono tutto , non c'è un vaglio per setacciare il cattivo, l' insano , lo spregiudicato, che sguazza nel fango per essere più sporco del consueto e diventare nettezza, e da questo prenderne esempio come stile di vita.  A forza di voler sapere, aggiornarsi, istruiirsi, indagare per conto proprio ci si scontra con complotti -cospirazioni - e qualcos'altro, che animano il nostro comportamento e pensiero in cerca di un qualcosa che ci hanno nascosto, messo in disparte, ridicolizzato, e quel sapere è troppo grande per non parlarne e discuterne e infine farne tutto nostro. 
Siamo ricercatori e allo stesso tempo curatori della propria vita, fino ad aggrapparsi e tenersi buoni i principi di quell' informazione sana e duratura, ma che scarseggia e si frantuma se non la si accudisce bene.  E la storia ci insegna che dalle bugie che si sono vinte le guerre , vitalizzato le rivoluzioni, fatto credere di " quel miracolo che non c'era " , tutto, per allontanarci e farci sembrare burattini , quel passo che hanno acconsentito di non farci  credere più a niente, di mettere in dubbio episodi e vicende, fino ad arrivare ad oggi con la parolina giusta (che tutti osannano, oppure mortificato)  nei negazionisti che fa la fortuna nel vocabolario e tiene acceso il dibattito.  Forse proprio da quanto ci hanno mentito che ormai tutto è in discussione, e non si crede più a niente  ! 
 Ma la voglia matta di una verità , si vede distorto, si chiude un occhio e poi dopo l'altro, si torge il naso, anche perché la verità, il sapere, informarsi, è diventato un diritto per pochi, e quei pochi sono complici di un sistema marcio e dai loro interessi che minano sempre di più il raggiungimento della conoscenza, facendoci terra bruciata del nostro cervello.  Ormai le Nazioni, hanno armi di distribuzione di massa,  ma non trattasi di carrarmati, bombe, fucili, e tanto altro... ma di bugie, documenti segreti, intrighi, scappatoie e dove ci tengono all' oscuro di tutto , e già questo fa molto pensare sulla società di oggi e non scavando oltre che tutto questo si possa fare più male che bene. Involontariamente hanno creato loro  il male del secolo, (oppure era tutto destinato) come è destinato ormai  che la verità si un bel ricordo e che non ritorni più  !.

Commenti

Post popolari in questo blog

NO - VAX , GENTE DEI " SENZA VACCINO "

ESSERE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA OGGI , COSA COMPORTA ?

DIETRO AL MADE IN ITALY QUANTI DISGUIDI CI POSSONO ESSERE !

GLI AZZURRI SI ESIBISCONO E VINCONO , LA POLITICA DEVE SOLO IMPARARE

VIVIAMO IN UN MONDO MALATO E AUTOMATICAMENTE CI AMMALIAMO PURE NOI

IL GIOCO DEL COPRIFUOCO PER MESI LO SI E' ACCONSENTITO , OGGI CI SIAMO RICREDUTI E LO CONDANNIAMO !

L' ITALIA VINCE NELLO SPORT