Passa ai contenuti principali

Quel contagio che non ci fa vivere come dovremo

Quel contagio che  all'apparenza sembra tutto normale ma non lo è affatto e non ci si libera facilmente....Ma è l'egoismo e tanto altro ancora per un quadro più esauriente della nostra società.   Se da una parte è bene pensare per se stessi e di quello che si è costruito,dall'altra risulta un male per tutti gli altri che non possano usufruire dei tuoi servizi e pure delle tue idee. "Ognuno pensi per sè dando un calcio al prossimo" e se viviamo con questo preambolo,questo ideale nulla ci distorgera' a calpestare tutto quello che troviamo sul nostro cammino, basta non calpestare il nostro"io" "il nostro essere interiore che ci piace molto" perché tutti i giorni ci guardiamo allo specchio e quel nostro volto ci appare un dono caduto dal cielo. Si potrebbe pure dire che siamo fatti così e come scambiarci l'abito se quell' abito fa al corpo nostro,modellato così aderente alla nostra pelle che toglierselo è impossibile. Allora guardiamo solo noi stessi e quel mondo di cui apparteniamo lo guardiamo in modo illusorio per non condizionarci ...  Non sappiamo nulla della vicina della porta accanto, solo per pettegolezzi e diavolerie...ma non è che ci importi un gran che' se solamente noi siamo superiori a quelli che vivano vicino a noi , una unità di misura che abbiamo scoperto subito e da questo si stabilisce chi è il primo è chi l'ultimo, chi deve rimanere fuori e chi dentro. Una cosa deve essere considerata,l'egoismo è vecchio quante l'uomo è della sua nascita,poi si è rafforzata per diventare il nostro simbolo dove aggrapparsi....(un bene o un male?) Ma pensare a chi ha meno di noi ,e la fortuna non gli ha favorito quella loro vita, non risulta bello ma fondamentale per affrontare tutti noi i nostri momenti di vita quotidiana. Mi piace sempre lasciarvi con un ( ? ) in modo che questo post non finisca qui è che i vostri pensieri andiamo oltre dove una vostra conclusione e opinione dia più spicco a questo post in questione è alla sua fine.



Commenti

POST PIU' VISUALIZZATI ULTIMI 30 GIORNI..

L' ANZIANA DONNA NON TIENE IN MANO UN GIORNALE, MA SEMMAI LA BIBBIA

Non bisogna essere né suore, e ne avere una fede grande per pregare in qualsiasi momento, e sembra che le donne anziane pregano molto e rendendole più libere che fa di questo significato una la loro felicità prima del trapasso  . Credere in un qualcosa di misterioso, dove l' esistenza  della propria vita si è  basata su questo, dopo il ricordo della seconda guerra mondiale  e la ricostruzione di un'Italia  dove la miseria, e le macerie si potevano vedere che  hanno spinto in tanti nel pregare, nel riflettere con in mano una bibbia, in segno di amore e speranza di una miglioria che all' epoca eppure oggi necessità.La fede aiuta nella vita e ci si aggrappa  di più a qualsiasi sporgenza che si può trovare, rispetto agli altri che non trovano appiglio e soluzione, e sembra che ci sia qualcosa di grande e non si può spiegare se uno non è dentro alla fede e ci crede enormemente. Mia nonna aveva sempre il rosario in mano e ogni perlina una preghiera,  non andava in Chiesa, ma cr…

UN CANE COME PROTETTORE DELLA CASA E DEL PROPRIETARIO, "UN CANE PER AMICO "

Non mi annoio nel dire che un cane è il miglior amico dell'uomo, come il mio post del.. Il mio cane Zen,amare gli animali dove faccio una breve panoramica del mio amico delle quattro zampe che in tutto e per tutto mi rallegra la giornata. Non è solo il padrone di casa, della sua zona concessa, ma protegge con le unghie e i denti fino alla morte chi vuol fare del male al suo padroncino e questo dovrebbe far pensare di come sia differente fra animali e uomo!  Un toccasana per chi vive da solo, sia anziani e meno anziani dove accudirlo e farli le coccole non può essere di sacrificio per nessuno solo se lo si ama e lo si considera. Perché l' amore viene se è sempre vicino alla persona amata, e il suo sguardo non vi lascerà mai più. Insomma da tutto l' essenziale perché lo amiate e questo per il cane è tutto quello che desidera, e all' occorrenza ricambierà con la vita il favore, proteggendovi fino allo stremo delle forze. Che sciacalli, disumani, spregevoli, chi abbandona…

USCIRE DALL'EURO ! PAOLO SAVONA AVVERTE L' ITALIA "SIA PRONTA AL CIGNO NERO "

(Per cigno nero si intende un evento rarissimo, imprevedibile e inaspettato, dall' aspetto sia positivo o negativo, ma da analizzare e non trascurarlo)  Anche perché  il ministro lo dice apertamente " Altri potrebbero decidere la nostra uscita dall' euro, e nei prossimi giorni incontrerà Mario Draghi.. " Insomma  dobbiamo essere pronti  a tutto  anche all' uscita dell' euro, ma dopo questo non trapela più nulla di come avverrà, e di come risponderemo?  Ma se i timori ci sono siamo ormai nel mirino, pronti in qualunque momento ad essere bersagliati e fatti fuori e di un Europa che comanda che mette nuove regole sempre a discapito delle nazioni più deboli, ma che fanno sempre i compiti come richiesti. Un mio pensiero è  che ormai sia la Francia, e pure la Germania  nei loro occhi  non ci vedano di buon gusto  e fanno di tutto per discreditare, fare sorrisini, e pure i professori all' Italia , dove non c' è  né sarebbe bisogno di insegnarci a vivere!  N…

I POLITICI LO DEVONO FARE PER I LORO FIGLI E I FIGLI DEGLI ALTRI....

Non scordiamoci mai che tutto quello che si fa sia dai politici e sia da gente comune è  tutto a vantaggio dei giovani, sia i propri figli e i figli degli altri che sono il pilastro del futuro. Perché se non leviamo la piaga degli immigrati, della corruzione, del vandalismo e del terrore, e di  una delinquenza  che scuote le fondamenta...le nuove generazioni saranno bloccate su questi quesiti e saranno forse peggio di oggi  da non sapere  più che senso abbia più la vita. Abbiamo tutte le carte in regola per risolverli questi problemi senza  addossarle e metterle sulle spalle dei nostri figli, e dei figli di chi  invece le dovrebbe  risolverle! "Che male hanno fatto questi giovani che gli si lascia un eredità scomoda, sconcertante, da brivido, e che cosa gli possiamo dire per rassicurarli e prenderli di nuovo in giro! " .Se la politica è molto distante sui giovani, non lo deve essere chi dalla politica non li importa niente, e fare il contrario come una ribellione e dare il …

SI ANDRA' DI NUOVO AL VOTO, È QUELLO CHE VUOLE SALVINI !

Non fa una grinza.. "l' ammucchiata tra Di Maio e Conte non gli è mai andata giù, anche se non lo fa vedere, ma trama qualcosa che possa rompersi e inclinarsi questa loro amicizia! " Non è fatto per essere (ministro dell' interno)  ma semmai e ci ambisce molto quello di (Presidente del Consiglio, e Premier in tutti gli effetti.. e camminare da solo senza più incertezze. È  tutta questione di aspettare il momento giusto, quel momento più propizio per salire altri gradini che invece gli altri scenderanno, e dove il consenso della popolazione è al massimo e non ci saranno più motivi di tentennamenti e gli Italiani saranno pronti nel votarlo e volerlo intensamente. Tutto nel copione, predestinato, studiato nei minimi particolari, e chi se un Salvini non poteva fare tutto questo si sbaglia di grosso! Un Salvini dove si scaglia contro  agli europeisti più incalliti, dalle orride pulizie etniche , alla corruzione e mafia e per finire al terrorismo, trova sempre i consensi …

ENRICO MENTANA E IL SUO GIORNALE ONLINE SUI GIOVANI...

Enrico Mentana lo scrive su Facebook che vuole fondare un giornale online di soli giovani "Troppi i meritevoli che rimangano fuori dalla professione" e la cosa non può che essere ammirata, e sperando che vada in porto possiamo solo che veramente i giovani ne siano i protagonisti in assoluto. Perché i giovani non sono solo principianti giornalisti ma fanno parte di una categoria che essendo fuori dalla comunicazione, sono vivi e mandano avanti il Paese faticosamente... "e allora diamo spazio su tutti in modo che non ci siano disguidi e lacune " Il giornale deve attrarre essere letto, invogliare il giovane nel leggerlo (dopo che non si legge più) con storie e avvenimenti  e circostanze che riguardano i giovani e il loro futuro, e la speranza di imparare sempre giornalmente..  e se non si usa questo parametro e situazione il giornale muore prima del tempo. Non ho da insegnare niente.. e non voglio ostacolare e fare il professore su Enrico Mentana, ma già parlare sui …

L' INSICUREZZA DI TRANSITARE NELLE STRADE DI SERA..

Una strada, via, di qualunque città italiana dove la paura di passeggiare si fa sentire, e non si esce più la sera anche per non vedere quel vandalismo del bene pubblico, quella criminalità martellante, dove ci sono persone che si drogano e che inevitabilmente spacciano droga, come delle prostitute in cerca di clienti, e per finire ubriachi fradici che fanno da cornice alle città.  Non è un esagerazione se nelle nostre città si vedono, si annusano fenomeni di questo tipo e dando così ulteriore paura dove le forze dell' ordine non sono sufficienti oppure mancanti, che si crea scompiglio e generando quel terrore più totale. Chi più ci rimette sono le donne e gli anziani, "le donne per non essere violentate sessualmente " -"gli anziani per non essere rapinati e derisi e messi alla rogna" ..e le due facce che andrebbe molto interrogarsi sul perché succeda e di come sia possibile risolverla, perché di sera non ci sia il coprifuoco e la paura che aumenta.  La sicure…