PARTITI IN " TILT " PER L' ELEZIONE DEL QUIRINALE


 Il toto -Quirinale è iniziato troppo presto  , i partiti si sono buttati a capofitto su chi scegliere per rappresentare il meglio dello Stato  , non è stata una scelta loro  , ma consigliata  dai giornali e televisione che hanno fatto accrescere la tensione non solamente sui partiti  , ma pure su l' unione pubblica che si interroga molto. Chi sarà il prossimo Presidente della Repubblica  ? . È  questo che si domandano tutti , con infinite discussioni che poi non portano da nessuna parte  , senonché i partiti coinvolti per l' elezione del Quirinale  sono più stressati del consueto  , un logorio già atroce che a pensarci bene non fa bene per il Paese.  In un Paese normale avendo  un' infinità di problemi da risolvere , l' Elezione del Capo dello Stato sarebbe l' ultima cosa da preoccuparsi  e invece ci si ostina a cavalcare nomi e patriottismi da mettere sul podio più alto  , come se su questi dessero l' immortalità al Paese e facessero magie.  Finché i partiti potranno decidere chi potrà sedere al Quirinale  , per questo non sempre trasparente e democratico possa essere , si avranno sempre i dubbi e perplessità  , come dei partiti che in fin dei conti conteranno più del solito Presidente della Repubblica  e di questa cosa si sorvola per non far pesare le giravolte del sistema  attuale. Attualmente perdere la testa per trovare un inquilino al Quirinale dopo che la pandemia miete ancora vittime  , la crisi economica che peggiora  , il sistema politico che fa acqua da tutte le parti  , mi sembra tempo buttato via  , c'è tempo per il Capo dello Stato  , invece non c'è più  tempo per fermare l' emoragia di un Paese morente.  

Commenti

Post popolari in questo blog

I MIEI 12 SFONDI DEL MIO BLOG CHE NON SARANNO MAI BIANCHI ..

POSSIAMO CONVINCERE I NO VAX CHE VACCINARSI E' SICURO ?

REFERENDUM SULLA GIUSTIZIA , NON ARRIVERÀ AL QUORUM

CHI SCEGLIERE PUTIN O ZELENS' KYJ ?

POVERO MATTARELLA BIS !

LA CRISI DELLE AZIENDE CI DEVE FARE PAURA

A CHE COSA SERVONO AUMENTARE NOTEVOLMENTE LE SPESE MILITARI ?