ANDIAMO CON LE SCARPE ROTTE E POI SI VEDRA' ....



Ci sono due tipi di uomini  , quelli più fortunati e quelli invece meno  , certamente quelli meno fortunati fanno arricchire i più fortunati  , (per fortunati intendo quelli  che sono ricchi  , hanno un tenore di vita invidiabile  , astuti e coraggiosi come una volpe e più delle volte aggressivi come una tigre  ) .
 Un' identikit approssimativo del perfetto uomo d' affari , che non intende colloquiare e mettersi nei panni del  " povero  " in quanto non si può degradare così tanto in una società fatta di consumismo  , di globalizzazione  , di guadagni elevati e facili.  Vivono i poveri  costantemente torchiati dai mille problemi  come di troppe tasse  , di troppi aumenti nel carello della spesa  , di alimenti e di  energia elettrica aumentati da non sapere più come pagarli   e non c'è nessuno che si interessa di questo e li protegga  .  Perché è un dato di fatto  che   i poveri sono in aumento  e non si sta parlando di poche persone  , ma un' infinità di uomini e donne costrette giornalmente ad essere eroi per sopravvivere  .  Milioni di persone che potrebbero avere voce e invece non la possiedono perché in primo luogo anche la politica li snobba , considerando pure che i politici sono per lo più manager  , affaristi  , avvocati , liberi professionisti in cerca di notorietà e di un ulteriore guadagno in più  e lo possono trovarlo solo entrando in politica  . È  forse vero che oggi si parla solo di interessi , di salire sempre un gradino in più nella scala del successo  , ma per farlo si devia e si perde la strada dell' onestà  , del vivere civile , di interrogarsi di quello che si sta invece  distruggendo  , anche perché una visione a senso unico non porterà  da nessuna parte  .  Le aziende chiudono  , se non chiudono  invece preferiscono spostarsi in altri paesi stranieri e i lavoratori impossibilitati nell' avere una propria opinione e scelta  si trovano senza lavoro  , le battaglie non bastano  , se da un momento all'altro non hanno più di che sostenersi e il lavoro diventa un miraggio  . Sono così messi male da lamentarsi sempre  , diranno i ricchi  ! Così la pensano chi della "povertà " non ci può aver capito niente  , oppure cerca di non capirla nonostante ci siano stati tanti tentativi  , ma si sà la cafonaggine regna sovrana. Che sia un vizio di chi si sente invulnerabile  , che si è fatto una corazza impenetrabile  di non sentire altre voci che la sua , in un mondo balordo e complicato da non sapere che pesci pigliare  , che sia questo il male del secolo  ? .  Nonostante i poveri non li rappresenta nessuno e ci si abitua a escluderli  , ma prima di diventare "invisibili "e "poveri " erano lavoratori , padri e madri di famiglia  , sognatori, hanno contribuito nella società nel svilupparsi e alle imprese e alle multinazionali nel raggiungere il loro obbiettivo  e nel crescere  , se ci si dimentica  di questo è una pura follia  , una follia che accresce sempre di più una crisi economica galoppante e sarà rivolta soprattutto a coloro i più indifesi e oggetto di discriminazioni. Andiamo con le scarpe rotte finché si potrà , ma indubbiamente quando le scarpe ci lasceranno  ,  a piedi nudi non si  andrà  tanto lontano  , monitor per un futuro incerto  !  Perché  "poveri " da un momento all'altro ci si può diventare tutti... C fimc

Commenti

Post popolari in questo blog

I MIEI 12 SFONDI DEL MIO BLOG CHE NON SARANNO MAI BIANCHI ..

POSSIAMO CONVINCERE I NO VAX CHE VACCINARSI E' SICURO ?

REFERENDUM SULLA GIUSTIZIA , NON ARRIVERÀ AL QUORUM

POVERO MATTARELLA BIS !

CHI SCEGLIERE PUTIN O ZELENS' KYJ ?

LA CRISI DELLE AZIENDE CI DEVE FARE PAURA

A CHE COSA SERVONO AUMENTARE NOTEVOLMENTE LE SPESE MILITARI ?